Sanremo, Will Smith: 'La ricerca della felicità' mio miglior film

Dall'inviata Chiara Troiano

Sanremo (Imperia), 14 feb. (LaPresse) - La sala stampa dell'Ariston per un'ora si trasforma in Hollywood. Will Smith e Margot Robbie, che stasera saranno i super ospiti del Festival di Sanremo per presentare il loro film 'Focus', illuminano la sala con la loro bellezza, ma soprattutto con la loro simpatia. Un'ora di conferenza stampa fra risposte più o meno serie, gag e risate. E' Smith il mattatore della conferenza stampa, non si lascia sfuggire l'occasione per scherzare con i giornalisti e fotografi in sala. Dal selfie scattato con la macchina di un fotografo di LaPresse, alla sgridata ad una delle persone in sala che si alza mentre sta parlando: "Hey tu, dove stai andando? Siediti, siediti", per poi dirgli: "No, no, vai pure. La tua donna ti sta lasciando, sta andando via con un altro uomo, meglio seguirla".

Poi Will Smith mette in mezzo anche la collega di set, che è stata al fianco di Leonardo di Caprio in 'The wolf of Wall Street': "Allora, Margot. Chi è meglio fra me e Di Caprio?. La risposta per me è ovvia, però dicci tu...". E lei sta al gioco: "Non mi fare scegliere, ma poi chi l'ha detto? Magari non mi è piaciuto nessuno dei due... No, scherzo, siete tutti e due meravigliosi. Ma visto che qua Leo non c'è e forse non vedrà mai questa intervista, posso dire Will". E lui pronto: "Lo sapevo!".

Ma fra loro c'è anche un momento di complimenti veri, per esempio quando Smith racconta la prima volta che Margot è entrata nella stanza in cui lui si trovava e gli ha "tolto il respiro, non solo per la bellezza ma per l'energia che porta con sè". Oppure della reazione di sua moglie quando ha saputo che doveva recitare con Robbie: "Lei ha 24 anni, io 46. Mia moglie mi ha detto che per stare al suo fianco sul set dovevo andare subito in palestra".

Per i due attori c'è anche un legame con l'Italia. Per quando riguarda Margot, più che altro grazie all'amore per la moda e gli stilisti italiani: "In questo momento vesto Armani - racconta - stasera indosserò Valentino". Per Will, invece, c'è un legame lavorativo, visti i due film girati con Gabriele Muccino, 'La ricerca della felicità' e 'Sette anime': "Quello con Muccino è uno dei migliori rapporti che abbia mai costruito nella mia intera carriera. Insieme siamo sempre alla ricerca di qualcosa da poter fare insieme. Credo di poter dire che 'La ricerca della felicità' è il miglior film della mia carriera. Muccino mi ha introdotto al cinema italiano partendo dal modello di 'Ladri di biciclette'. E' mio fratello (dice mandandogli un bacio, ndr)".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata