Sanremo rock è la serata dei duetti e del podio dei giovani: Vince Ultimo davanti a Mirkoeilcane
Si inizia con un omaggio ai cartoni animati e poi gli ospiti: grande duetto tra Baglioni e Gianna Nannini. Poi Pelù e Sciarelli

E' una serata tra rock ed emozioni. E' rock Heidi - un omaggio alla svizzera Michelle - cantata da Baglioni, Favino e Hunziker per dare il via alla quarta serata del Festival. E' rock Pelù che reinterpreta con il direttore-conduttore 'Il tempo di morire' e dice: "In questa canzone si parla di un ragazzo lasciato, ma che non sfregia la ex fidanzata". E' rock Gianna Nannini che emoziona l'Ariston con 'Amore bello' in uno dei duetti baglioniani meglio riusciti di questi giorni. Ed emoziona pure Simone Cristicchi che sul palco con Ermal Meta e Fabrizio Moro legge 'Non avrete il mio odio' il messaggio postato su Facebook da Antoine Leires, che perse la moglie nel Bataclan e che con la sua chiusa 'Non ci avete fatto niente' ha dato spunto alla canzone.

Arriva il primo podio della 68esima edizione, quello dei giovani: vince Ultimo, seguono Mirkoeilcane, Mudimbi. Il premiato si commuove, dedica il premio al fratello e via veloce, senza nemmeno cantare di nuovo. Arrivati al venerdì sera la macchina del trio al comando è perfettamente oliata. Il cantautore ride alle battute sulla sua età, fa il 'dittatore' che spezza la bacchetta a Vessicchio, l'attore conquista il palco con una disinvoltura, si lancia tra l'orchestra, porta fiori e panini a moglie e figlia e quasi ruba la scena alla più preparata showgirl, che sfoggia fiocchi giganti e si traveste da mazzo di fiori con Baglioni che si premura d'annaffiare e Favino che fa l'ape. In platea la presenza di Matteo Salvini, dopo un po' di palpitazioni, fila via senza violazioni della par condicio: è arrivato in platea insieme alla fidanzata Elisa Isoardi che bacia a uso telecamere. Il primo Big della serata è Renzo Rubino che trasforma finalmente in un vero dialogo la sua canzone sulla separazione dei genitori, duettando con l'attrice Serena Rossi. Seguono Le Vibrazioni con Skin che trasforma 'Così sbagliato' in un rock decisamente più potente.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata