Sanremo, presidente Mescal: Marco è una persona che non sta bene

Sanremo (Imperia), 8 feb. (LaPresse) - "Mi è stato chiesto di avere libertà non solo sugli arrangiamenti della cover, ma anche sugli arrangiamenti di Sincero, oltre a 55mila euro più la metà dei diritti, altrimenti non sarebbe venuto a Sanremo. Io ho chiamato il suo avvocato dicendo 'lo sapete che è estorsione?'". Così il presidente di Mescal, Valerio Soave, a proposito di Morgan. "Tutte queste cose io le posso dimostrare, a differenza di altri che delirano. E mi dispiace dire questo perché a Marco voglio bene. Voglio che la gente apra gli occhi, è una persona che non sta bene", ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata