Sanremo, il festival si commenta al night club: Edoardo Leo conduce Dopofestival
Insieme a lui gli amici con cui da sempre segue il festival della canzone italiana: tutti arrivano dal mondo del cinema

Saranno due nomi del cinema a condurre ogni giorno il Dopofestival in diretta su rai 1 dal Teatro del Casinò di Sanremo, trasformato per l'occasione in un vero e proprio night club. Dal 6 al 10 febbraio un gruppo d'ascolto molto particolare seguirà il Festival della canzone italiana e accoglierà i cantanti per un appuntamento da non perdere.

A capitanare il gruppo ci sarà Edoardo Leo, chiamato dal direttore artistico Claudio Baglioni a gestire questo spazio. "Sono grato a Claudio Baglioni e alla Rai per questa opportunità - commenta l'attore e regista - che credo sia stata dettata anche dalla mia grande passione per la musica e soprattutto per la musica italiana. Riportiamo il Dopofestival in un 'teatro' che è un posto dove mi sento certamente più 'a casa'. E quindi l'ho pensato come uno spettacolo da fare ogni sera. Con musica, personaggi, i miei amici, i cantanti protagonisti,i giornalisti e le improvvisazioni". Edoardo Leo ha voluto con sè gli amici con cui da sempre segue il Festival: Sabrina Impacciatore, Rolando Ravello e il regista Paolo Genovese. A supportare Edoardo nel gestire il via vai di amici e cantanti che arriveranno al Casinò ci sarà la conduttrice di RaiRadio2 Carolina Di Domenico, mentre la platea di giornalisti verrà animata dalla inimitabile ironia di Rocco Tanica.

Tutti insieme daranno vita al più irriverente e informale appuntamento notturno del palinsesto Rai, con al centro, come di consueto, la musica, e con il supporto della band residente, i The Bluebeaters, coinvolgeranno gli ospiti in jam session inaspettate, mettendo in gioco loro stessi. Saranno cinque serate di parole, musica e divertimento, in un'atmosfera che solo quando si è tra amici si può creare. Gli autori del programma sono Giorgio Cappozzo, Fosco D'Amelio, Giovanni Robertini e Rolando Ravello. La scenografia è di Alessandra D'Ettore, il direttore della fotografia è Massimo Liberati e la regia di Luca Romani.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata