Russia boicotta Eurovision Kiev dopo esclusione della sua cantante
A Yulia Samoylova è stato impedito l'ingresso nel Paese perché in passato si è esibita in Crimea

La Russia ha deciso: boicotterà l'Eurovision che si svolgerà a Kiev, in Ucraina. Dopo il blocco della sua concorrente designata Yulia Samoylova, a cui è stato impedito l'ingresso nel Paese poiché in passato si è esibita in Crimea, Mosca ha deciso di non partecipare in alcun modo alla manifestazione. Il canale televisivo russo Channel One, che trasmette nel Paese l'Eurovision, riferisce che gli organizzatori della kermesse hanno dato alla Russia la possibilità di far esibire la cantante in remoto, via video, oppure di inviare un altro concorrente. "Secondo il nostro punto di vista - risponde Yuri Aksyuta, produttore capo della stazione televisiva per i programmi musicali e di intrattenimento - si tratta di una discriminazione nei confronti della Russia e il nostro team non accetterà mai, in nessun caso, queste condizioni". "Naturalmente - ha aggiunto - non parteciperemo all'Eurovision 2017 e non lo trasmetteremo neanche". "L'assenza di un partecipante russo - conclude - è un duro colpo per la reputazione del concorso e per i telespettatori russi è un motivo in più per non prestare attenzione alla kermesse".

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata