Ronnie Wood dorme sonni tranquilli con gli Stones riuniti

Londra (Regno Unito), 3 nov. (LaPresse) - Ronnie Wood dorme sonni più tranquilli da quando i Rolling Stones hanno preso la decisione di tornare assieme. Il chitarrista, infatti, si è bene adattato ai ritmi della band, e ha annunciato che lavorare molto e stare sveglio fino alle 3 di notte concilia in modo positivo il suo sonno. "Noi ci sentiamo tutti pesci fuor d'acqua - ha detto parlando dei membri della band -. Ogni sera alle nove ci chiediamo: ora che si fa? Ci sentiamo come appena svegli. Normalmente soffriamo tutti d'insonnia".

Ronnie evidentemente, esausto dopo le prove, quando arriva a casa si addormenta felicemente. I suoi sogni tuttavia potrebbero essere turbati dalle nuove accuse che gli rivolge il figlio maggiore Jamie.

Il 65enne chitarrista, secondo il Daily Mail, è stato additato da Jamie di aver trascurato i suoi quattro figli, dopo aver lasciato la seconda moglie Jo Wood quattro anni fa.

"Un genitore normale - ha detto Jamie - spinge i suoi figli a fare grandi cose. I genitori devono dare ai figli gli strumenti per guadagnarsi da vivere. Ci hanno mandati a scuola, ma nessuno ci ha mai spinto ad avere successo. Se non ti sei mai impegnato ad aiutare i tuoi figli quando erano piccoli, quando sono più grandi ti resta solo da tirar fuori il blocchetto degli assegni", ha aggiunto Jamie, che ha sempre considerato Ronnie suo padre, anche se non lo è biologicamente. "Non puoi piantarli in asso ora che non sanno caversela perché non sono preparati. Adesso la rock star deve pagare".

Jamie è anche preoccupato per come Ronnie spenderà l'enorme quantità di denaro frutto dei nuovi concerti per l'anniversario dei Rolling Stones. In particolare dopo l'annuncio del padre di voler sposare la trentaquatrenne regista teatrale Sally Humphreys. Jamie ha anche ammesso la sua responsabilità nella recente decisione di mettere all'asta i cimeli lasciati a casa da Wood. "E' stata una mia idea. Avevamo bisogno di sbarazzarcene. Si tratta di articoli che avevamo in un magazzino da tre anni".

"Mia madre - ha proseguito - avrebbe dato tutto all'associazione per la povertà nel mondo Oxfam. Ma io ho tre figli e un mutuo da pagare e ho pensato 'Sono pantaloni di papà, la gente pagherà per averli'". Nonostante la sua preoccupazione per le questioni finanziarie, Jamie sarebbe felice dell'imminente matrimonio di suo padre. "Papà sta invecchiando - ha detto - ha bisogno di qualcuno che si prenda cura di lui e lo ami. Una bionda 21enne non sarebbe la soluzione, ma Sally lo è. Penso che lei sia un bene per lui".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata