Romics, Martin Freeman ospite d'onore: sarà il primo attore a ricevere il premio alla carriera
L'interprete è noto soprattutto per i ruoli del Dottor Watson nella serie britannica "Sherlock" e di Bilbo Baggins nella trilogia di "Lo Hobbit"

Una grande notizia per i fan di Sherlock e Lo Hobbit. Per la sua XXIII edizione, il festival romano del fumetto, dell'animazione e dei giochi decide di concedere ampio spazio al cinema. Per la prima volta, infatti, il Romics d'oro - il premio alla carriera della kermesse - sarà assegnato a un attore: Martin Freeman, noto per il ruolo del Dottor Watson nella serie tv della BBC Sherlock e per quello di Bilbo Baggins nella trilogia prequel del Signore degli anelli, Lo Hobbit

"Freeman è uno straordinario interprete d’immaginari che dalla letteratura e dai fumetti sono passati al cinema, dalla televisione al teatro, in un’ottica assolutamente transmediale", si legge sul sito ufficiale del Romics. Effettivamente la sua è una carriera vasta e varia che è passata dal romance Love Actually (2003) alla sgangherata fantascienza di Guida galattica per autostoppisti (2005), fino alla miniserie Fargo, e al cine-comic Marvel, da poco al cinema, Black Panther.

Non è ancora nota la data precisa in cui sarà assegnato il premio, ma è probabile immaginare che l'attore sarà già presente nell'edizione primaverile del festival (dal 5 all'8 aprile). Martin Freeman sarà anche protagonista di un incontro speciale nel Pala Romics, per ripercorrere e festeggiare la sua lunga carriera di grandi successi dell’immaginario collettivo dell’ultima generazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata