Roma, a 'China day' il 18-19 ottobre sfida coproduzione cinematografica Italia-Cina

Roma, 14 ott. (LaPresse) - Fari puntati su 18 progetti di coproduzione cinematografica tra Italia e Cina con la giornata 'China Day 2014' che si svolgerà a Roma il 18 e 19 ottobre. "L'evento - fa sapere l'Anica, Associazione Nazionale industrie cinematografiche Audiovisive Multimediali, organizzatore della manifestazione - porta alla giornata 'The business street', il 18 ottobre, nella capitale, una qualificata delegazione di produttori, content providers e investitori cinesi al Festival del Film di Roma nell'ambito del 'Progetto di internazionalizzazione Anica-Ice Agenzia'".

"Si tratta - spiegano - di una delle attività del 'Progetto Cina' realizzato da Anica per MiBact e MiSe. La tecnica del pitch consente a ciascun produttore italiano di avere interlocutori attenti e concreti. Nella seconda giornata dell'iniziativa c'è invece spazio per una esplorazione del Pianeta Cina pensata dal punto di vista della produzione, dei contenuti, dei modelli distributivi e delle possibilità di investimento". La giornata del 19 ottobre si svolgerà dalle ore 15 alle 18 alla Casa del Cinema di Roma, in Largo Marcello Mastroianni 30.

Il China Day 2014 è organizzato da Anica e The Business Street. nell'ambito del Festival Internazionale del Film di Roma, e fa parte del Progetto di Internazionalizzazione Anica- Ice Agenzia. Si svolgerà il 18 ottobre presso la sede di The Business Street (Hotel Bernini) e il 19 ottobre (Forum italo-cinese) presso la Casa del Cinema (Largo Marcello Mastroianni).

Il Progetto Cina è realizzato da Anica per MiBACT e MiSE ed è promosso di concerto con Istituto Luce Cinecittà, Ice, Unefa, 100Autori, Coordinamento Film commission, Scuola nazionale di Cinema e si avvale della partnership con la Fondazione Italia Cina.

"Mai come quest'anno - sottolineano all'Anica - il cinema cinese ha scommesso sulla sua dimensione internazionale: un notevole aumento del consumo di contenuti audiovisivi (dalla sala alla piattaforma, dalle tv ai virtual games), un consenso spettacolare per il prodotto nazionale, lo spostamento massiccio della grande industria dell'entertainment verso la Cina continentale, perfino i successi di prodotti 'art house' nelle grandi vetrine internazionali (esemplare l'Orso d'oro alla Berlinale), parlano di una scena audiovisiva profondamente mutata".

"E ancor più significativo - evidenzia l'Anica in una nota - è lo slancio all'internazionalizzazione della cinematografia cinese che ricerca conferme sui mercati occidentali e futuri sbocchi per un mercato domestico che ormai preme alla ricerca di ricette adatte a pubblici diversi dal proprio. Questa situazione di grande movimento trova riscontro sia in investimenti occidentali sempre più significativi sul mercato cinese, dalla compagnia di James Cameron a quella di Luc Besson, sempre più spesso nascono prodotti di doppia valenza artistica e produttiva, sia nell'interesse degli investitori cinesi a cercare opportunità estere in grado di diventare appetibili per il pubblico del mercato interno. Ciò si vede con chiarezza soprattutto nelle produzioni televisive che danno spazio a location europee come nell'ormai celebrato campione del box office 2012, 'Lost in Thailand', oppure negli interessi produttivi dei tycoon della tradizione di Hong Kong come Nansun Shi o Tsui Hark".

"Rispetto a 15 mesi fa - fa notare Rossella Mercurio, China Project Manager International Department and Events dell'Anica - quando il Progetto Cina realizzato da Anica per il Mise e il Mibact, con il concorso di tutte le maggiori strutture del cinema italiano, è decollato, i fattori all'attivo del dialogo tra la cinematografia italiana e quella cinese sono numerosi: la collaborazione con il Beijing Film Festival e la manifestazione nazionale 100 Flowers si è stabilizzata affiancando il lavoro promozionale di Istituto Luce Cinecittà nei grandi festival storici di Hong Kong e Shanghai. Il desk Anica aperto a Beijing per supportare i gruppi produttivi di entrambi i paesi interessati alle coproduzioni è stabilmente operativo".

"La Direzione generale cinema del MiBACT - prosegue Mercurio - ha potuto siglare con il Film bureau della Repubblica Popolare Cinese le norme attuative che rendono finalmente operativo il Trattato di Coproduzione tra i due paesi; al China Day svoltosi con successo al Festival internazionale del Film di Roma del 2013 è seguito un round di coproduzione nel quadro del Festival di Beijing e ora la creatività italiana in chiave di coproduzione viene rilanciata con la giornata di The Business street in programma il 18 ottobre; presentazioni delle attività imprenditoriali italiane sul mercato cinese sono state in programma a Hong Kong, grazie al supporto di Ice, a Beijing, Fondazione Italia Cina a Milano e a Venezia, in una giornata organizzata direttamente da Anica".

"Il senso del 'China Day 2014' - spiega Mercurio - è particolare: la qualità e la varietà dei progetti italiani di coproduzione permettono di misurare le reali potenzialità di coproduzione del cinema italiano con la Cina, dal racconto d'epoca alle storie contemporanee, dall'animazione al documentario; i progetti che raccoglieranno concreto interesse da parte dei produttori e investitori cinesi presenti a Roma avranno una concreta potenzialità realizzativa grazie all'operatività del Trattato".

Da sottolineare la partecipazione al Forum, organizzato insieme alla Fondazione Italia Cina, di soggetti molto diversi come il Coproduction Office del governo cinese e - aggiunge Mercurio -"la maggiore piattaforma content provider attiva sulla scena cinese, produttori indipendenti di qualità come Stephen Lam e Cai Gonming o investitori di primo livello, permetteranno ai partecipanti di avere un quadro completo della realtà con cui l'Italia vuole misurarsi".

L'appuntamento di Roma permetterà di conoscere in dettaglio il progetto di sviluppo creativo per progetti di coproduzione tra Europa e Cina 'Bridging the Dragon' cui partecipa anche l'Italia e che verrà ufficialmente attivato nel febbraio 2015 al Festival di Berlino.

I PROGETTI SELEZIONATI

1 L'italia E' Tutta Bella! / Berdini-Gambaro 2 5 Numero Perfetto / Cattleya 3 Love Italy / Cattleya

4 Benvenuti a Est / Snellingber 5 La strategia della lumaca / Karma Media 6 Le Avventure Di Gattoteppa / Lanterna Magica 7 Ti ho sulle punta delle dita / La Sarraz Pictures 8 In Vino Veritas / Leader Movies 9 Hui He, un soprano dalla Cina / Le Talee 10 Cooking Time! / Lynx Multimedia 11 Asian Ex / Marta Productions 12 Il giardino dell'Armonia Preservata / Naimi-Kadour 13 Crisi di identità di un sosia / New Co.Productions - Seven Dreams 14 Cuori in tempesta / Redfilm 15 Maitreya / Revok

16 Momenti Eterni / Urania

17 Ni Zai Ma? - Tu ci sei? / Fusion Film 18 The Mandarin Friendship / Studio A.C.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata