Robert Downey Jr graziato dal governatore per reati droga

Los Angeles (California, Usa) 24 dic. (LaPresse/Reuters) - Il governatore della California, Jerry Brown, ha graziato l'attore Robert Downey Jr, condannato per reati legati a droga e possesso armi, a seguito della richiesta di clemenza presentata dall'attore. Lo si legge sul sito del governatore in cui è spiegato che l'attore, 50enne, ha ottenuto l'ordine del tribunale "evidenziando che dopo il suo rilascio dal carcere ha vissuto in modo onesto e retto, mostrando doti morali e comportandosi come un cittadino rispettoso della legge".

I reati furono commessi dall'attore nel 1990. Downey Jr fu poi condannato nel 1996 per possesso di sostanze stupefacenti, armi nascoste in un'auto e guida sotto effetto di droghe. L'attore ha trascorso un anno e tre mesi in carcere e diversi anni in libertà vigilata, finendo di scontare la pena nel 2002.
I problemi di abuso di droghe e acool hanno dato all'attore la reputazione di 'bad boys' di Hollywood, minacciando di far deragliare la sua carriera per sempre dopo aver ottenuto una nomination agli Oscar per l'interpretazione di Charlie Chaplin nel film del 1992 'Chaplin'.

Downey è comunque diventato negli ultimi dieci anni una delle star più popolari di Hollywood, con film come 'Iron Man' e 'Tropic Thunder' con cui ha ottenuto un'altra nomination agli Oscar nel 2008.

La grazie del governatore della California permette all'attore di recuperare alcuni diritti, come ad esempio la possibilità di far parte di una giuria.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata