Robbie Williams: Se mia figlia si drogherà, io lo farò con lei

Londra (Regno Unito), 24 giu. (LaPresse) - Rivelazione shock da parte di Robbie Williams. Il cantante ha dichiarato che, se mai sua figlia si drogasse, lui lo farebbe con lei. Per come la vede lui, questo in realtà potrebbe proteggerla. L'ex Take That ha ammesso di avere provato l'eroina e la cocaina in passato e crede sia suo dovere, nel caso la piccola Theodora Rose, che oggi ha 9 mesi, in futuro volesse provare droghe, indicarle le migliori possibili. Perché, benché dubiti che sua figlia segua le sue orme, Robbie vorrà essere al suo fianco per aiutarla. "Dubito che lei sarà come me - ha detto la popstar all'australiana New Magazine - toccando ferro, e mettendoci tanto amore e tanta fortuna, lei non ci cadrà e non dovrà caderci. Ma se sfortunatamente questo dovesse succedere, saprò cosa fare. Che sarà far sì che lei prenda le migliori droghe possibili, e prenderle insieme a lei".

Il cantante ha anche scritto un brano sui suoi guai passati che lo hanno portato in rehab nel 2007 dopo una lunga battaglia contro l'alcol, la depressione e dipendenza da farmaci, e lo ha dedicato alla sua bambina, nata il 18 settembre 2012. Alla rivista ha svelato uno stralcio del testo. "Fa così: siediti, chiudi la porta, è tempo che tu sappia le cose come stanno, perché ti senti strana. Un giorno ti verrà detto come papà ha lasciato uscire i suoi demoni, sì, li lascia urlare e gridare".

In ogni caso Williams, che ha sposato l'attrice Ayda Field nel 2010 dopo 4 anni di fidanzamento, è impegnato a pianificare il futuro della piccola Teddy e spera addirittura di averle già trovato il fidanzatino: Angelo, il figlio dell'amica Adele, che lui ha già soprannominato Little Peanut, ovvero Nocciolina. "Suo figlio e mia figlia hanno appuntamenti di gioco. Nocciolina è sulla lista dei potenziali pretendenti di Teddy" ha raccontato scherzosamente.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata