Robbie Williams: Non volevo che i Take That avessero di nuovo successo

Londra (Regno Unito), 19 nov. (LaPresse) - Robbie Williams non si aspettava un successo così eclatante quando si è riunito ai Take That. Robbie aveva intrapreso una carriera da solista lasciando il gruppo nel 1995, pochi mesi prima dello scioglimento definitivo della band. Il cantante spiega di essere stato felice di vivedere i suoi ex compagni Gary Barlow, Mark Owen, Jason Orange e Howard Donald, ma ammette che non voleva che la reunion riscuotesse tutto il successo che invece ha avuto. "Quando i ragazzi sono arrivati insieme e mi hanno detto: 'hanno venduto 275mila biglietti'. Hanno fatto cosa? Sono rimasto sbalordito".

Nonostante la sua carriera nel pop, il 38enne Robbie, che di recente è diventato padre per la prima volta, non pensa che lascerà una grande impronta nel mondo della musica. Parlando a James Corden per un documentario di Sky, Robbie si è definito come "il ragazzo della porta accanto per eccellenza ed è così che mi sento davvero". Una personalità contrastante però è quella descrive: "Ho un ego gigantesco e devo essere sempre al massimo delle pile e fare tutto al meglio, ma allo stesso tempo sto bene ovunque mi trovo. Sono davvero un bravo ragazzo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata