Ricky Martin: Farei di nuovo coming out per incoraggiare chi ha paura

New York (New York, Usa), 12 dic. (LaPresse/AP) - Ricky Martin vorrebbe fare di nuovo coming out per poter dire alle persone in conflitto con la propria identità che "è bello trovare l'amore". La star della musica latina lo ha rivelato durante una conferenza dell'Onu sull'omofobia a New York. Martin ha raccontato ieri di aver vissuto per anni nella paura. "Ero cresciuto con un concetto distorto: sei gay quindi appartieni all'inferno", ha detto il cantante, che attualmente è protagonista a Broadway in 'Evita'. Elettrizzato di essere circondato da persone "che stanno combattendo per la stessa causa: uguaglianza, amore e giustizia sociale", ha elogiato il segretario generale Onu, Ban Ki-moon, che ha ottenuto una standing ovation dopo aver detto alla conferenza alle Nazioni Unite che "gay, lesbiche, bisessuali e transgender hanno gli stessi diritti di tutti gli altri".

"Anche loro sono nati liberi e uguali", ha aggiunto Ban proseguendo "io sono al loro fianco nella battaglia dei diritti umani". Il segretario generale si è detto addolorato che più di 76 paesi ancora criminalizzano l'omosessualità. "Sono qui per denunciare ancora una volta la violenza e per richiedere una parità vera". Mentre nell'ultimo decennio ci sono state profonde riforme in Europa e nelle Americhe, in altri paesi, come l'Ucraina, invece sono stati proposti disegni di legge che criminalizzano la discussione pubblica sull'omosessualità.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata