Richard Gere: Spero fare prossimo film di Bertolucci

Roma, 14 dic. (LaPresse) - "Io sono aperto a lavorare in Italia, ma sono tante le ragioni per cui si arriva a lavorare a un film: tanti elementi devono combinarsi e per qualche ragione questa alchimia non si è ancora creata. Ma insomma sono molto aperto a questa possibilità e con Claudio parliamo sempre della possibilità di fare il prossimo film di Bernardo Bertolucci. Quindi speriamo ci sia un prossimo film di Bertolucci, ma ci sono tanti altri registi italiani di talento con i quali mi farebbe piacere lavorare quindi prima che decida di smettere di recitare magari ci sarà un film italiano". Così Richard Gere, alla presentazione del suo film 'Franny' alla Casa del Cinema di Roma.

UMANITA' E COMPLESSITA'. "Non ho mai avuto un piano, non ho mai pianificato nulla. Tutte le scelte che ho fatto sui film da interpretare sono basate sull'istinto, come sapete ho fatto scelte positive e scelte cattive. Mi piace essere sorpreso. Ci sono sceneggiature a cui tengo molto e altre delle quali mi innamoro. Perché ti innamori? Succede e basta. Il 95 per cento delle sceneggiature che ho interpretato sono arrivate così, con sorpresa. Il film deve avere un contenuto di umanità e rispettare la complessità della natura umana. Questi i criteri che in genere seguo per scegliere di interpretare un film".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata