Rapper 50 Cent nega di aver picchiato l'ex fidanzata

Los Angeles (California, Usa), 5 lug. (LaPresse/AP) - Il rapper 50 Cent nega di aver picchiato l'ex fidanzata e di averla spinta fuori dal suo appartamento. L'avvocato del cantante di 'In da club' dice che non c'è alcun mandato d'arresto per violenza domestica e vandalismo contro il rapper, il cui vero nome è Curtis Jackson. In caso di condanna, 50 Cent rischia fino a cinque anni di carcere e 46mila dollari di multa.

La donna ha raccontato alla polizia che nel corso di una lite Jackson ha iniziato a distruggere l'appartamento, lei si è chiusa nella camera da letto ma Curtis con un calcio ha aperto la porta della stanza e ha cominciato a prenderla a calci buttandola fuori di casa, causandole delle lesioni. La polizia stima circa 7mila dollari di danni in casa. La donna ha avuto una relazione lunga tre anni con 50 Cent da cui è nato un bimbo. Il rapper è citato in giudizio per il 22 luglio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata