Rai, al via premio giornalismo Biagio Agnes 21-23 giugno a Capri

Roma, 20 giu. (LaPresse) - E' stata presentata oggi a Roma presso la sede Rai di viale Mazzini la quinta edizione del Premio Internazionale Biagio Agnes, riconoscimento internazionale del giornalismo presieduto dalla figlia Simona. L'appuntamento è a Capri dal 21 al 23 giugno. La serata evento con la cerimonia di consegna del premio, ripresa da Rai Uno, si terrà sabato 22 giugno nella splendida cornice della Certosa di San Giacomo di Capri e sarà presentata dai giornalisti Gerardo Greco e Laura Chimenti. "Mi fa particolare piacere perché è un premio intitolato ad un grande giornalista Rai che è stato anche direttore", ha detto il presidente Rai Anna Maria Tarantola spiegando come: "In un momento di così forte sviluppo della rete e dell'informazione diretta il giornalista ha un ruolo ancora più importante da svolgere ovvero quello di aiutare i cittadini nel selezionare le informazioni che ricevono, verificandole e veicolandole nel modo più corretto possibile".

A ricevere il premio saranno grandi nomi del giornalismo nazionale ed internazionale come Mario Cervi (Premio alla carriera), John Lloyd (Premio Internazionale), Francesco Verderami (Premio per la carta stampata), Marcello Masi (Premio per la televisione), Eduardo Montefusco (Premio per la radio), Pasquale Cascella (Premio comunicazione istituzionale), Raffaele La Capria (Premio giornalista scrittore), Angelo Maria Perrino (Premio nuove frontiere del giornalismo), Costanza Calabrese (Premio giovani under 35) e Duilio Giammaria (Premio speciale). "Quando faccio riferimento alla Rai come era e come è, dico sempre che l'ultimo grande direttore generale è stato Biagio Agnes - ha detto l'attuale dg Luigi Gubitosi - lui ed Ettore Bernabei sono due fari da seguire". "Come Rai ci mettiamo tanta passione nel seguire il premio - ha proseguito - e quest'anno c'è un'attenzione particolare perché viene presentato da due 'Faraglioni' del nostro settore (i conduttori Gerardo Greco e Laura Chimenti, ndr.) dobbiamo ringraziare Simona Agnes che mantiene sempre il premio ad altissimo livello con grande passione".

Altri riconoscimenti sono stati inoltre assegnati alla 'Libertà' di Piacenza, quotidiano locale che festeggia i 130 anni di vita, all'agenzia di stampa 'Adnkronos' per i suoi 50 anni di attività, a Padre Ibrahim Faltas, economo custodiale e parroco di Gerusalemme ed a monsignor Dario Edoardo Viganò, direttore del Centro Televisivo Vaticano. La giuria, inoltre ha deciso di conferire una menzione speciale a Giovanna Chirri, vaticanista dell'Ansa ed a Romana Liuzzo, caposervizio di Panorama. "Simona Agnes attualizza i valori di suo padre con la stessa grinta e determinazione ma con affetto figliale - ha spiegato il presidente della giuria Gianni Letta -. Senza di lei la fondazione non avrebbe potuto fare quello che ha fatto a partire dal premio. Biagio Agnes ha saputo dare orgoglio ed appartenenza a chi lavora in Rai". Il direttore di Rai1, Giancarlo Leone, ha invece ricordato come Agnes: "Era un direttore che dava segnali ai giovani". "Lui ha portato i giornalisti in Tv - ha continuato - ed il nostro modo di onorarlo è quello di far presentare il premio a due giornalisti Rai".

"Provo grande soddisfazione ed orgoglio per il rapporto di continuità con la Rai - ha detto infine Simona Agnes - grazie a Tarantola e Gubitosi è stato possibile realizzare questa quinta edizione del premio perché hanno percepito e condiviso pienamente lo spirito che lo anima". Nel corso della cerimonia non mancheranno i momenti dedicati allo spettacolo.

Ad aprire la serata infatti saranno i ballerini di 'Ballando con le stelle' Samanta Togni e Raimondo Todaro accompagnati dalla violinista Roberta Nitta. Nel corso della serata si esibiranno anche i cantanti Annalisa, Paolo Belli, Rosalia Misseri e Ilaria Porceddu. La serata televisiva, con la regia di Marisa Vesuviano ed i testi a cura di Giancarlo De Andreis e Lucia Leotta sarà messa in onda il 29 giugno alle ore 23.20. Per la prima volta quest'anno, infine, la fondazione Biagio Agnes ha istituito una borsa di studio assegnata a Francesco Antonio Grana.

Nei giorni del premio presso l'Hotel La Palma sono previsti infine alcuni appuntamenti culturali come il monologo di Antonello Piroso: 'Enrico Mattei, immaginare il futuro per ricostruire il presente' in programma venerdì 21 giugno ed il convegno di sabato 22 giugno: 'Mezzogiorno e nuovo meridionalismo: i moniti di Napolitano' con la partecipazione di Pellegrino Capaldo, Roberto Napoletano, Filippo Patroni Griffi e Paolo Franchi che nell'occasione presenterà il suo libro dal titolo 'Giorgio Napolitano. La traversata da Botteghe Oscure al Quirinale'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata