Putin concede la cittadinanza russa a Depardieu

Mosca (Russia), 3 gen. (LaPresse/AP) - La Russia concede la cittadinanza a Gérard Depardieu. Ad annunciarlo è il Cremlino in una breve nota sul proprio sito web, in cui fa sapere che il presidente Vladimir Putin ha firmato per la concessione all'attore francese. Depardieu è in polemica con Parigi da qualche tempo, a causa della tassa del 75% sui grandi patrimoni, proposta dal governo del presidente François Hollande. La Russia ha una tassa decisamente minore, fissata a solo il 13%.

A metà dicembre l'attore aveva annunciato, con una lettera aperta, di voler riconsegnare il passaporto francese. Un portavoce dell'attore non ha fatto sapere se Depardieu abbia accettato o meno l'offerta di Mosca. Questa, però, risponde alle leggi del suo Paese secondo cui non è possibile restare apolidi: se si rinuncia alla cittadinanza, bisogna averne un'altra.

Depardieu, nella sua lunga carriera fitta di oltre 150 film, nel 1991 è anche stato protagonista della commedia 'Green card. Matrimonio di convenienza'. Nella pellicola veste i panni di un uomo che si sposa per ottenere il permesso di vivere negli Stati Uniti. La tassa del 75% è stata bocciata dalla Corte suprema francese il 29 dicembre, ma Parigi ha promesso di riproporla a breve in maniera leggermente modificata.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata