Prince, due medici sotto indagine per morte del cantante
L'artista è morto il 21 aprile per overdose da oppiacei

Due medici sarebbero oggetto di indagini da parte degli inquirenti per la morte di Prince, deceduto il 21 aprile scorso. Il cantante fu ritrovato senza vita in un ascensore all'interno del complesso dove risiedeve a Chanhassen, alle porte di Minneapolis. Secondo quanto riportato dal sito Tmz, i due dottori sottoposti a indagine sarebbero il primario Michael Schulenberg e il dottor Howard Kornfeld: si sta cercando di capire se abbiano prescritto al cantante delle medicine illegalmente o se abbiano favorito in qualche modo l'assunzione da parte di Prince di sostanze. Il referto autoptico riportava un "incidente da tossicità da Fentanyl", un potente antidolorifico.

LEGGI ANCHE 'Prince morì per overdose oppiacei: le rivelazioni dell'autopsia'

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata