Premiere 'Fury' a Londra, Pitt: Film strumento educativo per mio figlio

Londra (Regno Unito), 20 ott. (LaPresse/AP) - Brad Pitt ha usato il suo ultimo film, 'Fury', come strumento educativo sia per se stesso sia per suo figlio maggiore Maddox. Parlando alla premiere britannica del film, che si è tenuta a Londra, l'attore hollywoodiano ha raccontato di aver a lungo discusso con il figlio delle implicazioni della guerra: "Soprattutto le nuove generazioni devono capire che una guerra non è un videogioco - ha detto Pitt - Ci sono conseguenze reali, la posta in gioco è altissima, abbiamo parlato molto di questo".

Nel film, diretto da David Ayer e in uscita nelle sale italiane il 13 novembre, Pitt veste i panni di un sergente dell'esercito americano, Wardaddy, che guida una squadra di cinque soldati in una missione finale dietro le linee nemiche nell'aprile del 1945, dopo che la Germania nazista è crollata. Il cast principale comprende anche gli attori Shia LaBeouf, Jon Bernthal, Michael Pena e Logan Lerman: tutti hanno legato molto durante le riprese.

Per LaBeouf questo film, come ogni esperienza cinematografica, è stato un'occasione per ripartire daccapo rispetto a tutte le esperienze precedenti: "Lo faccio ogni volta che inizio a girare una pellicola - ha spiegato - Imparo qualcosa di nuovo che mi serve in un dato contesto. Ogni volta è come partire da una lavagna intonsa. E questa al contrario del passato, mi sono dovuto affidare assolutamente al regista e fidarmi di lui, non potevo entrare nel progetto pensando solo al mio lavoro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata