Pomeriggio 5, ucciso per un debito di 10 euro: parla la mamma

Milano, 27 ott. (LaPresse) - "Io voglio giustizia, come posso fare adesso senza mio figlio Marco? Cosa farò? Era l'unico figlio che avevo". A sfogarsi con le telecamere di 'Pomeriggio Cinque' è Anna Gentile, madre di Marco, il diciottenne ucciso sabato sera a Catanzaro in seguito a una lite dovuta al mancato pagamento di 10 euro per l'acquisto di uno spinello. "Mio figlio era solare, non litigava con nessuno - continua la madre - l'ho cresciuto da sola, lui non faceva mai niente di male. E' stato ucciso solo per invidia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata