Pomeriggio5, Gerini: Ho sbagliato, nessun insulto a taxisti

Milano, 16 set. (LaPresse) - Il caso Claudia Gerini versus i taxisti romani si arricchisce di un nuovo tassello. Una lettera scritta dalla Gerini e inviata a Barbara d'Urso che l'ha letta durante la odierna puntata di 'Pomeriggio 5'. "Oggi in arrivo alla stazione Termini di Roma non ci sono taxi! - aveva scritto la Gerini su Twitter per poi cancellare il suo profilo social - Un'ora di attesa e niente! Che schifo i taxi a Roma! Se chiami non hanno mai auto!". "Non sono fuggita - ha scritto Claudia nella lettera in merito alla sua scelta di 'dire addio' a Twitter dopo le polemiche che l'hanno investita recentemente - ma ho deciso di abbandonare questo social, perché non amo i social netowrk e non lo usavo frequentemente. Essendo io una persona verace e impulsiva, rispondo a tono, non ho insultato i taxisti che rispetto, ma ho denunciato un servizio che non funziona come dovrebbe. Erano i giorni di venerdì e sabato e per avere un taxi si restava in attesa anche un'ora, mi sono messa nei panni di una turista arrivata a Roma, con dei bambini. Il mio tono era di sfogo".

La Gerini ammette: "Ho sbagliato a scrivere reagendo a un momento di rabbia, dovevo spiegarmi meglio. Ho avuto anche sostegno" dal web, "ma per i maleducati e iracondi ho scelto di chiudere il profilo" Twitter.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata