Polizia a casa di Chris Brown per falso allarme

Los Angeles (California, Usa), 22 gen. (LaPresse/AP) - La polizia ha fatto irruzione a casa del rapper Chris Brown dopo aver ricevuto la segnalazione di una violenza domestica, che si è rivelata poi falsa. Il Los Angeles Times riferisce che la polizia è stata contattata poco prima delle 17 di ieri. Gli agenti allertati si sono subito recati a casa del rapper, trovando i membri del personale del musicista nell'abitazione, mentre lui non c'era. La polizia ha dato un'occhiata in giro e non ha riscontrato alcun problema, concludendo che si è trattato dell'ultima 'bufala'.

Infatti, ultimamente molti sono i falsi allarme che giungono alla polizia e che riguardano i personaggi noti. La scorsa settimana gli agenti di Beverly Hills si sono recati alla villa di Tom Cruise dopo una chiamata d'emergenza in cui si segnalava una rapina a mano armata in casa Cruise, rivelatasi poi falsa. Nel mese di dicembre un giovane è stato arrestato con l'accusa di aver effettuato delle telefonate che segnalavano delle false violazioni nelle case di Justin Bieber e di Ashton Kutcher.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata