Philip Seymour Hoffman è entrato in riabilitazione per abuso di droghe

Los Angeles (California, Usa), 31 mag. (LaPresse) - L'attore Philip Seymour Hoffman è appena uscito dalla disintossicazione per un problema di droga che gli stava sfuggendo di mano e che voleva disperatamente stroncare sul nascere. Hoffman, premio Oscar come miglior attore nel 2006, aveva già sofferto in passato di tossicodipendenza, contro la quale aveva duramente lottato, restando 'pulito' per 23 anni. Parlando al sito di gossip Tmz, ha confidato, però, che più di un anno fa ha avuto i primi cedimenti, iniziando con la prescrizione di alcune pillole, ma in un crescendo, è arrivato a sniffare eroina.

Hoffman premiato per la sua interpretazione in 'Truman Capote - A sangue freddo', ha rivelato nell'intervista a Tmz che l'uso di eroina è durato solo una settimana o poco più, ma ha subito capito, coscienziosamente, di avere bisogno di aiuto. Così ha deciso di rivolgersi a una struttura specializzata per la disintossicazione sull'East Coast. Un ricovero di dieci giorni terminato la scorsa settimana. Per Hoffman il centro è "un grande gruppo di amici e parenti" che lo aiuta a trovare il trattamento più adatto per stare meglio e riprendersi. Ottenuti i risultati, Philip Seymour è tornato sul set del suo nuovo film in Europa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata