Phil Collins cade e batte testa: annullati i concerti a Londra
Il cantante 66enne è tornato proprio quest'anno sulle scene

Phil Collins è stato costretto a cancellare due concerti che avrebbe dovuto tenere ieri e oggi alla prestigiosa Royal Albert Hall di Londra a causa di una caduta che gli ha causato un ricovero in ospedale. Il cantante 66enne, che ha passato gli ultimi 10 anni in ritiro quasi completo dal mondo dello spettacolo in seguito a un'operazione chirurgica a una vertebra cervicale, è tornato proprio quest'anno sulle scene. Ma mercoledì sera ha avuto un incidente domestico: a causa di un disordine neuromuscolare di cui è affetto è inciampato nella sua camera d'hotel, è quindi caduto battendo la testa ed è stato tenuto in ospedale sotto osservazione.

"Phil soffre di 'piede cadente' - è stata la dichiarazione del management pubblicata sulla pagina Facebook dell'artista - a causa di un intervento alla schiena che gli rende difficoltoso camminare. Si è alzato nel cuore della notte per andare in bagno ed è scivolato nella sua camera d'hotel, battendo la testa su una sedia nella caduta. È stato portato in ospedale dove gli sono stati messi i punti per un brutto taglio in testa vicino al'occhio e si sta riprendendo bene".
E che stia andando verso la guarigione lo ha confermato la figlia del musicista, ex leader dei Genesis, Lily Collins: "Se la sta cavando bene, grazie", ha detto semplicemnt l'attrice, intervistata da 'Entertainment Tonight' a New York alla premiere del suo nuovo film 'Okja'. Phil nella dichiarazione si è scusato con i fan, ringraziandoli per "la reazione calorosa" e aggiungendo di essere "entusiasta" di tornare dal vivo dopo dieci anni; i concerti alla Royal Albert Hall e che i concerti verranno recuperati a fine novembre, mentre il resto del tour europeo proseguirà come previsto.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata