Paola Perego: Lavoro perché moglie di Presta? Se non vali, non duri

Milano, 8 gen. (LaPresse) - "In tv più che gli appoggi, contano professionalità e impegno". Così, Paola Perego risponde su 'Chi', in edicola domani, mercoledì 9 gennaio, alle provocazioni che il critico del 'Corriere' Aldo Grasso ha scritto su di lei e sull'appoggio che avrebbe dal marito, Lucio Presta, il quale aveva già risposto via Twitter, dandogli del "coglione". "Ho bisogno di un buon manager per essere rappresentata al meglio e ho scelto il migliore. E poi contano l'esperienza e la fortuna e, per carità, anche essere appoggiati, ma se non vali non duri. A volte credo che colpiscano me per colpire lui".

La Perego continua: "In una carriera lunga come la mia ci sono sicuramente programmi che vanno meglio e altri meno bene, ma gli ultimi che ho fatto come "Attenti a quei due" o "Superbrain" hanno dati più che positivi, quindi bisognerebbe chiedere al signor Grasso a quali miei insuccessi si riferisce. Forse mi ha scambiata per qualcun altro". E Aldo Grasso, contattato da 'Chi' per rispondere all'attacco di Lucio Presta, ha risposto: "Non intendo replicare a chi insulta in maniera volgare".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata