Pamela Anderson: Niente Ice Bucket Challenge per la Sla, testano su animali

Los Angeles (California, Usa), 23 ago. (LaPresse) - Sulla doccia gelata a favore della lotta alla Sla Pamela Anderson ha deciso di fare la voce fuori dal coro. La ex bagnina di Baywatch, che potrebbe essere l'icona di tutte le ragazze maglietta bagnata, ha detto di no alla secchiata d'acqua gelida per sensibilizzare sulla Sla. L'attrice, infatti, non ha voluto imitare i tantissimi colleghi che stanno postando video in cui si docciano con un secchio di acqua freddissima per creare attenzione nell'opinione pubblica verso la malattia e raccogliere fondi per la ricerca. Una forma di solidarietà diventata virale anche grazie alle celebrità che vi hanno partecipato, da Mark Zuckerberg a Bill Gates, a Justin Timberlake e tanti altri.

La bagnina più nota al mondo non sarà in questa schiera di vip. Pamela Anderson ha postato una foto e un post sulla sua pagina Facebook in cui spiega il motivo. Secondo l'attrice, infatti, la ALS, coinvolta nella campagna di sensibilizzazione, utilizzerebbe test sugli animali per portare avanti le proprie ricerche. "Mi dispiace, ma non farò l'Ice Bucket challenge. Mi piacciono le sfide - ha affermato Pamela - ed è sempre bene portare consapevolezza -, amo le sfide fatte in maniera creativa e divertente. Non voglio tirarmene fuori, ma mi ha fatto pensare. Mi ha fatto andare un po' più in profondità e ho scoperto che non potrei allinearmi.- aggiunge la provocante star.

Nei tanti commenti al post della bella Anderson però in molti fanno notare una certa contraddizione. La cantante, infatti, ha basato molto del suo successo sulla sua immagine procace e sempre sensuale, ricorrendo ai ritocchi della chirurgia estetica e al silicone. I detrattori della scelta di Pamela di non aderire alla causa per la lotta alla Sla fanno notare che per realizzare il silicone si attuerebbero proprio sperimentazioni sugli animali per testarne la tossicità sugli uomini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata