Nuovo ricovero per Vasco Rossi. Staff: Controlli di routine

Bologna, 14 set. (LaPresse) - Vasco Rossi di nuovo a Villalba, la clinica privata nel bolognese dove era già stato ricoverato. Lo riporta 'Il Resto del Carlino', riferendo che l'artista ha accusato un malore l'altra notte mentre era in Puglia in vacanza. Il rocker è stato trasportato a Bologna in elicottero. Il Blasco avrebbe accusato problemi respiratori.

"Si tratta di normali controlli di routine". In una nota Tania Sachs, portavoce di Vasco Rossi, rassicura sulle condizioni fisiche del cantautore. "E' falsa la notizia pubblicata dal 'Resto del Carlino' secondo cui Vasco Rossi sarebbe stato trasportato in elisoccorso da Taranto a Bologna", spiega la Sachs. "E' vero invece - prosegue - che il suo ricovero era già previsto, e che Vasco è partito dall'albergo di Castellaneta Marina, con la sua macchina e l'autista e come è sua abitudine ha viaggiato indisturbato di notte per arrivare a Bologna intorno alle 10 e alla clinica Villalba intorno alle 11 della mattina di giovedi 14 settembre".

"Si tratta di controlli di normale routine - si legge ancora nella nota - che Vasco effettua ogni due o tre mesi da oltre un anno a questa parte, in seguito al batterio killer che lo aveva colpito nell'estate 2011". Lo staff di Vasco, spiega ancora la portavoce del cantautore di Zocca, "invita stampa e televisioni a non diffondere notizie false ed allarmanti in ordine alle sue condizioni di salute, e a rispettare la privacy di cui ha diritto. Laddove si rendesse necessario, non mancheremo nei prossimi giorni di informare prontamente come abbiamo sempre fatto".

Solo sabato scorso ha tenuto un breve concerto in discoteca, al Cromie di Castellaneta Marina (Taranto), dove ha suonato per tre quarti d'ora di fronte a platea di circa tremila persone. "Il mio concerto, prevalentemente acustico, sarà il mio nuovo inizio. Dopo aver passato un anno dentro una stanza senza cielo" ha scritto il cantante sulla sua pagina di Facebook lo scorso 31 agosto presentando l'evento ai fan.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata