Nobel per la pace 2014, da Putin a Snowden: i bookie snobbano Papa Francesco
Roma, 05 mar. - Il presidente russo Vladimir Putin, la "talpa" del Datagate Edward Snowden e Papa Francesco: sono alcuni dei nomi dei candidati al premio Nobel per la pace che cominciano a circolare in queste ore. Geir Lundestad, direttore del Nobel Institute, ha confermato che quest'anno sono giunte 278 candidature, ma ha smentito le indiscrezioni di stampa: "I nomi dei candidati al premio Nobel per la pace restano confidenziali per 50 anni, non possiamo confermare i nomi circolati, potrebbe trattarsi di semplici voci". Intanto i bookmaker hanno già aperto le scommesse sul vincitore del prestigioso riconoscimento: bocciato clamorosamente Papa Francesco, che non compare in lavagna, il favorito è il ginecologo congolese Denis Mukwege, a 5,00 davanti al filosofo statunitense Gene Sharp (a 9,00). Terzo posto a pari merito a 11,00 per l'ex cancelliere tedesco Helmut Kohl e la giovane Malala Yousafzai, impegnata nella lotta per il diritto allo studio delle donne. Con Putin a 41,00 alle spalle del fondatore di WikiLeaks Julian Assange e di Snowden, entrambi a 34,00. (Agipronews)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata