Nicole Minetti: Basta fango, vado negli Usa e sogno di essere first lady

Milano, 30 ott. (LaPresse) - "Un capitolo della mia vita che si chiude, ma non mi abbatto. E niente lacrime, i dolori, quelli veri, sono altri". Lo dice Nicole Minetti, consigliere del Pdl dalla Regione Lombardia, annunciando l'intenzione di lasciare il Pirellone e l'Italia per andarsene negli Stati Uniti. "La politica rimane nel mio cuore" dice la Minetti, che promette di tornare in tempo per votare Silvio Berlusconi alle prossime elezioni, ma confessa di aver sempre coltivato il "sogno americano". Sogni in grande stile, come quello di incontrare "un bellissimo uomo di due metri, che gioca a baseball e che riesca a conquistarmi" o di "diventare la first lady americana". L'unico desiderio vero però che ha al monento è "staccare dal fango che nell'ultimo anno hanno tirato a me e alla mia famiglia in Italia". Molto aperta sul futuro, "potrei essere sposata e con tanti bimbi", immagina, ma non esclude, "Se ne valesse la pena" un calendario. "Perché no? - conclude - l'ho già detto: nasco tonda e morirò tonda".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata