New York celebra Pier Paolo Pasolini al MOMA

Dalla nostra corrispondente Valeria Rubino

New York (New York, Usa), 15 dic. (LaPresse) - "Stasera assistiamo a un piccolo grande miracolo per cui le parole scritte nei testi e nelle poesie di Pasolini tornano a vivere attraverso la voce di alcuni dei più grandi artisti del teatro italiano ed americano". Lo ha detto il ministro per i Beni e le Attività culturali, Lorenzo Ornaghi, nella sua introduzione al recital 'Pier Paolo Pasolini, il poeta' organizzato presso il Museum of Modern Art (MOMA) per rendere omaggio ai capolavori dell'artista italiano. "La parola, attraverso la viva voce degli attori rende più viva e presente la straordinaria arte e la poesia di Pasolini", ha aggiunto il ministro. La serata è stata supervisionata da Dante Ferretti, che iniziò la sua carriera di scenografo proprio con Pasolini e che ha descritto l'artista non come un regista che scriveva poesie, ma come un poeta che aveva deciso di realizzare film. Protagonisti dell'evento diversi artisti italiani, americani ed internazionali, tra cui Ninetto Davoli, Anna Ferzetti, Giuseppe Fiorello, Michele Riondino, Anne Waldman, Pierfrancesco Favino, Alba Rohrwacher e il musicista Richard Padron. Le poesie e i testi erano letti quasi sempre in italiano e tradotti in inglese su uno schermo o vice versa. La serata è parte di un grande evento dedicato alla figura e alle opere di Pasolini, che include anche una retrospettiva completa dei suoi film al MOMA e prosegue fino al 5 gennaio. La rassegna, supportata da Gucci, è organizzata dal museo e dall'Istituto Luce di Cinecittà e presentata in associazione con il ministero per i Beni e le Attività culturali italiano. New York celebra i mille volti artistici dell'intellettuale friulano con una serie di eventi collaterali, rendendo omaggio alla versatile carriera di uno dei maggiori artisti italiani del XX secolo. Il MOMA ha presentato giovedì la prima mondiale della versione restaurata del film 'Medea', trasferito in 35 millimetri grazie a Gucci. Apre oggi presso Location One a Soho la mostra 'Pier Paolo Pasolini: ritratti ed autoritratti', che presenta 40 disegni e dipinti realizzati dall'artista nostrano, raramente esposti prima d'ora, provenienti dal Fondo Pier Paolo Pasolini. Nella selezione sono inclusi ritratti di Ninetto Davoli, Maria Callas e Roberto Longhi, storico dell'arte e professore dell'Università di Bologna a cui Pasolini riconobbe la sua passione per le arti figurative. Esposti anche gli autoritratti dell'artista, incluso 'Ritratto d Ragazzo', per la prima volta in una mostra americana. Il MOMA ospiterà anche 'Pasolini Intellettuale', programma di performance di artisti contemporanei ispirate a Pasolini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata