Nastri d'argento, tutti i candidati ai premi italiani del cinema
I nuovi film di Paolo Sorrentino, Matteo Garrone, Luca Guadagnino, Lazzaro Felice e Jonas Carpignano concorrono per il premio principale

Il gotha del cinema italiano e sfida a sette per la regia e le commedie alla 72esima edizione dei Nastri d'argento del Sindacato nazionale giornalisti cinematografici. In pole position per il miglior film ci sono Loro di Paolo Sorrentino, Dogman di Matteo Garrone, Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino, Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher e A Ciambra di Jonas Carpignano.

Quest'anno sono in tutto 47 i film dei Nastri d'argento in gara - selezionati tra 134 titoli in uscita dall'1 giugno 2017 al 31 maggio 2018, tra i quali 47 opere prime e 51 commedie -, che vedono in testa, con il maggior numero di candidature, anche Ammore e malavita dei Manetti Bros. e A casa tutti bene di Gabriele Muccino, già premiato, oltre le candidature, con un Nastro speciale all'intero cast. Per la migliore regia, con Sorrentino, Garrone e Guadagnino, sono candidati anche Gabriele Muccino, Ferzan Ozpetek, Paolo Franchi e Susanna Nicchiarelli.

Tra i film più nominati anche Napoli velata, Nico,1988, Figlia mia, The Place e - tra le commedie - Benedetta follia, Come un gatto in tangenziale e Smetto quando voglio - Ad Honorem in competizione con Io sono tempesta e un outsider come Metti la nonna in freezer dei due giovanissimi Giancarlo Fontana e Giuseppe G. Stasi. Per quest'anno, in particolare, una grande rappresentanza di attori candidati. Oltre alle tradizionali cinquine dei migliori protagonisti e non protagonisti, per la prima volta sono in una speciale selezione anche gli interpreti della commedia, che festeggia il suo decimo anno nel palmarès dei Nastri.

I protagonisti e le protagoniste sono, con Marcello Fonte appena premiato a Cannes ed Edoardo Pesce (per Dogman ai Nastri in coppia), Giuseppe Battiston, Alessio Boni, Valerio Mastandrea, Toni Servillo. Non protagonisti: Peppe Barra, Stefano Fresi, Vinicio Marchioni, Riccardo Scamarcio e Thomas Trabacchi. Le attrici protagoniste: insieme Valeria Golino e Alba Rohrwacher, Lucia Mascino, Giovanna Mezzogiorno, Luisa Ranieri, Elena Sofia Ricci. Attrici non protagoniste: con una signora del teatro come Adriana Asti, Nicoletta Braschi, Sabrina Ferilli, Anna Foglietta, Kasia Smutniak.

Nella speciale selezione per la commedia, tra protagonisti e non, in ordine alfabetico: Sonia Bergamasco, Barbara Bouchet, Paola Cortellesi, Claudia Gerini e Serena Rossi in coppia, Miriam Leone, Ilenia Pastorelli e Sara Serraiocco e, al maschile, Antonio Albanese, insieme Carlo Buccirosso e Giampaolo Morelli, Sergio Castellitto, Edoardo Leo, Marco Giallini, Massimo Popolizio, Carlo Verdone.

I premi, come sempre al Teatro Antico di Taormina, saranno consegnati quest'anno sabato 30 giugno, in una serata che andrà in onda sulla Rai. Attribuiti anche alcuni riconoscimenti particolari: Paolo Taviani riceve un Nastro speciale per Una questione privata, anche in omaggio al fratello Vittorio. A Gigi Proietti (Il premio di Alessandro Gassmann) un Nastro alla carriera.

Premi internazionali per due film girati in lingua inglese in America: Vittorio Storaro per la cinematografia de La ruota delle meraviglie di Woody Allen e Paolo Virzì per Ella &John - The Leisure seeker con Helen Mirren e Donald Sutherland. Altro regista 'internazionale' del palmarès 2018 Luca Guadagnino, cui era stato destinato il Nastro dell'anno, che ha preferito competere in cinquina. Nastro al miglior casting director, invece, per la seconda volta a Francesco Vedovati (Dogman).

Due, infine, i nuovi riconoscimenti che la 72esimama edizione del premio inaugura quest'anno: il Nastro Argentovivo-cinema&ragazzi, che va a Gabriele Salvatores per Il ragazzo invisibile-Seconda Generazione, e il Nastro della legalità al film per la tv di Daniele Vicari Prima che la notte, trasmesso dalla Rai, sulla storia del giornalista Giuseppe Fava assassinato dalla mafia.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata