Nadia Toffa: "Ho trasformato il cancro in un dono". È polemica sui social

La 'Iena', che da tempo lotta contro un tumore, ha scritto un libro 'Fiorire d'inverno', dove racconta la sua storia. "Sorrido ogni giorno di più alla vita", scrive su Instagram. Il post però non è stato apprezzato da tutti

Apri Twitter e ti trovi davanti ad uno strano scenario: tra le tendenze in Italia, subito dopo #DecretoSalvini, trovi Nadia Toffa. Viene spontaneo chiedersi il perché, e la risposta è presto trovata. La 'Iena', che da tempo lotta contro un tumore e racconta la sua battaglia sui social, ha scritto un libro, 'Fiorire d'inverno', nel quale appunto parla della sua storia.

Postando su Instagram la copertina, Nadia ha scritto: "Ecco qui Ragazzi, in questo libro vi spiego come sono riuscita a trasformare quello che tutti considerano una sfiga, il cancro, in un dono, un'occasione, una opportunità. A come riuscire a fiorire d'inverno cioè nel periodo più difficile dell'anno. La stagione più fredda quando tutti dormono, non vivono. Stanno chiusi. Aspettano. E come invece abbia scoperto che questo sia diventato il momento più speciale e unico. Una creatura, questo libro, nata nel periodo più difficile della mia vita eppure vi inonderà di gioia. Lo troverete pieno d'amore. Fiorire d'inverno perché non ho mai sospeso la vita per la malattia, per il cancro e nessuno dovrebbe farlo. Ecco come ci sono riuscita io. E se ci sono riuscita IO... ci può riuscire chiunque. Infatti sorrido ogni giorno di più alla vita. Strano eh?! Inaspettato direi. Aspetto di sapere cosa ne pensate della storia mia vita, raccontata in questo libro in cui c'è tutta la mia intimità in cui vi apro il mio cuore".

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ecco qui Ragazzi, in questo libro vi spiego come sono riuscita a trasformare quello che tutti considerano una sfiga, il #cancro, in un dono, un’occasione, una opportunità. A come riuscire a fiorire d’inverno cioè nel periodo più difficile dell’anno. La stagione più fredda quando tutti dormono, non vivono. Stanno chiusi. Aspettano. E come invece abbia scoperto che questo sia diventato il momento più speciale e unico. Una creatura, questo libro, nata nel periodo più difficile della mia vita eppure vi inonderà di gioia. Lo troverete pieno d’amore. “FIORIRE D’INVERNO.perché non ho mai sospeso la vita per la malattia, per il cancro e nessuno dovrebbe farlo. Ecco come ci sono riuscita io. E se ci sono riuscita IO......CI può riuscire chiunque. Infatti sorrido ogni giorno di più alla vita. Strano eh?! Inaspettato direi. Aspetto di sapere cosa ne pensate della storia mia vita, raccontata in questo libro in cui c’è tutta la mia intimita’ in cui vi apro il mio cuore ❤️ un abbraccio fortissimo dalla vostra N. #buonagiornataatutti #fiorireD’Inverno #inno AllaVita #nonSospendiamo la vita per colpa del #Cancro non diamogliela vinta #sorridere sempre perché noi siamo più forti. #trasformare il#cancro in un dono è possibile # Sono stata messa alla prova con la sfida più difficile della mia vita. Non si sa chi vincerà. Vivendo lo scoprirò controllo dopo controllo tra qualche anno. Chi ha il cancro sa di cosa parlo. Aspetto di sapere cosa ne pensate della storia mia vita in un libro in cui c’è tutta. non sospendiamo la vita per colpa del Cancro. non diamogliela vinta dobbiamo sorridere sempre #buonagiornataatutti

Un post condiviso da nadia toffa (@nadiatoffa) in data:  

Il post non è stato apprezzato da tutti. E se molti fan della conduttrice di 'Le Iene' hanno messo il like e commentato positivamente le sue parole, altri invece si sono scagliati contro di lei, precisando che è sbagliato lanciare il messaggio che la guarigione dal cancro dipende da quanto si lotti. Dalle pagine di 'Libero', anche Filippo Facci lancia la sua invettiva, parlando di "spettacolarizzazione del tumore" e "trasformazione in core-businnes di un'attività pseudo-giornalistica".

Pronta, su Twitter, la risposta della Toffa: "Gentilissimo signor Filippo Facci non si disturbi a intervenire nel dibattito. Nobody ask you. Stia sereno nelle sue cose. Non si scomodi. Grazie mille, sicura che si ritirerà nelle sue stanze". E ancora, poco dopo: "Le persone a volte si rendono protagoniste di eventi che nulla c'entrano con loro. Per avere forse un po' di visibilità chissà ma ce ne facciamo una ragione rifiutandone la presenza imposta. Tutto qui. Quando uno parla senza essere interpellato è una necessità fermarlo".

Nadia Toffa va avanti, convinta di sè e di quello che dice, e pronta a riprendere il suo posto in tv dove, dice, tornerà a fine settembre. E posta una frase che ben rappresenta il suo pensiero: "Chi dice che è impossibile non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo". 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata