Il ritorno dei Take That: in Italia a giugno. E a novembre nuovo greatest hits

La band inglese riunita nel 2019 per i 30 anni di carriera

Il 2019 segna il 30° anniversario per la carriera dei Take That. Per celebrare il loro traguardo la band ha annunciato un grande tour che li porterà ad eseguire dal vivo le loro amatissime hits. In Italia si confermano due date: il 28 giugno al Lucca Summer Festival, il 29 giugno a Roma al Cavea Auditorium Parco della Musica.

I Take That hanno inoltre confermato l'uscita di 'Odissey', un greatest hits album che porta l'ascoltatore in un viaggio attraverso l'incredibile storia di una delle più band britanniche di maggior successo di tutti i tempi.

Prima dell'uscita dell'album i fans potranno avere un assaggio di quanto sta per arrivare con la pubblicazione del singolo 'Pray (Odissey Version)' che sarà disponibile dal 21 settembre. L'album 'Odissey', prodotto da Stuart Price, uscirà il 23 novembre e conterrà 27 brani che attraversano 3 decenni della storia della band, dal loro debutto con 'Take That and Party' del 1992 ad oggi.

L'album vedrà anche la partecipazione di alcuni special guest insieme a 3 brani inediti che daranno seguito a quella che si può facilmente definire come una delle più grandi storie pop mai raccontate. La track list completa verrà rivelata più avanti.

Odissey è ua celebrazione sia del passato che del presente dei Take That, un viaggio emozionale attraverso tutte le loro incarnazioni. L’album è impreziosito con racconti della loro vita, costruendo una narrativa storica intorno alle canzoni, la storia di 5 teenager del nord dell’Inghilterra che sono diventati una delle più grandi boy band di tutti i tempi prima di dividersi e poi ritrovarsi di nuovo 9 anni più tardi in quella che ha rappresentato una delle più sensazionali reunion mai viste.

“La storia è assai folle si ci pensi” dice Howard. “Volevamo raccontare la storia della band” aggiunge Mark “la storia di cosa ci è successo. Se devi avere anche solo un disco dei Take That, questo è quello da prendere”. Il doppio album è un mix tra le loro più grandi hits ed alcune versioni “brillantemente re- immaginate” dei classici dei Take That, con nuovi entusiasmanti arrangiamenti. “Alcuni brani sono stati reinterpretati ma senza togliere ciò la gente ha amato quando li ha ascoltati” dice Gary. “Devi essere rispettoso ma allo stesso tempo devi avere l’ambizione di fare emergere qualcosa di nuovo”.

Se c’è una cosa che i Take That non sono mai stati è essere prevedibili, dai temi degli album alle produzioni epiche dei loro live shows. 'Odissey' è un’altra lente attraverso il quale i fans possono apprezzare il lavoro di una band che ha raggiunto il n.1 in classifica con 6 album e che ha venduto più di 45 milioni di dischi in 30 anni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata