LP torna con Hearth to Mouth: "Lascio parlare il mio cuore"

L'album della cantautrice italo-americana uscirà venerdì 7 dicembre. Intanto è già stato pubblicato il singolo Recovery

"Credo che le canzoni valgano più di tante parole". Non è uno slogan, ma il pensiero di LP. Laura Pergolizzi, questo il vero nome dell'artista italo-americana, una vita passata dietro le quinte della musica prima di incidere quattro album con la sua voce, ora è pronta a mettere tutto il suo 'io' interiore nel nuovo disco: Hearth to mooth, in uscita venerdì 7 dicembre. E già solo il titolo del lavoro dice tanto: "Significa che sto esprimendo ciò che sento, specialmente quando scrivo le melodie. Mi preoccupo sempre più di sentire come se il mio cuore stesse parlando attraverso le mie labbra, raccontando le sue vicende", racconta LP a LaPresse prima di arrivare in Italia, dove sarà l'8 dicembre alle 16 alla Discoteca Laziale di Roma e il 9 alle 16 al Mondadori Megastore di Milano per due firmacopie.

L'album è stato anticipato dal singolo Recovery, una ballata struggente scelta dalla cantautrice come primo singolo perché le sembrava una "buona presentazione. E poi - aggiunge - non avevo mai portato al pubblico una ballata, mi sembrava il momento giusto. Ho pensato che sarebbe piaciuta". Il ritmo della canzone non è l'unica cosa che stupirà: nel disco, infatti, è molto meno presente l'ormai leggendario fischio di LP. "Ma non c'è nessuna ragione particolare - ci tiene a precisare  -. Lo metterò in ogni canzone a cui sentirò possa appartenere, che sia adatta. Continuerò a farlo quando penserò che sarà giusto".

Ormai LP può fare quello che ritiene più coerente con il suo percorso: è lei, infatti, a cantare le sue canzoni. Ben diverso da quando erano altri grandi artisti ad interpretarle. Ma, sostiene, nulla è cambiato nel suo modo di fare musica da quando ci 'mette la faccia'. L'unica differenza, spiega, è che "a volte vorrei le mie canzoni riempissero ogni stanza, mi piace sentirmi in quel modo. E più sono le persone davanti alle quali suono, più mi viene voglia di cantare pezzi  allegri". Piccole differenze, però, sono sorte nella sua vita privata: "Ecco, quella è diventata ancora un po' più privata. Sicuramente si soffre per la lontananza da casa, ma allo stesso tempo si apprezza maggiormente il tempo che si passa a casa con la famiglia e gli amici".

Ciò che, però, non tiene lontano dai riflettori è la sua idea sul mondo e sull'attualità. Pur non considerandosi un'artista particolarmente politica, LP definisce "abbastanza terrificante" il clima mondiale attuale. "Continuo ad avere le mie idee e mi preoccupo, come chiunque, se quei pensieri possono mettermi in situazioni difficili. Penso tutti sappiano che non si può prendere la situazione troppo alla leggera. Spero e credo che se le persone continueranno a riconoscere che queste cose stanno realmente accadendo, allora potremo mantenere aperta la discussione a riguardo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata