Musica, 2Cellos lanciano cover Hysteria dei Muse e Matt Bellamy apprezza

Milano, 26 feb. (LaPresse) - Si fanno apprezzare da tutti i 2Cellos, geniali rockstar del violoncello, che poche ore fa hanno pubblicato il video ufficiale del nuovo singolo 'Hysteria', estratto dal nuovo album 'Celloverse' (Sony Music): la versione tra lampi di elettronica e suggestioni sinfoniche della super hit dei Muse fatta da Luka Sulic e Stjepan Hauser è stata apprezzata e già condivisa online anche dalla rock band britannica e dal suo leader Matt Bellamy.

Il video si prepara a bissare il successo dei suoi predecessori: 'Thunderstruck' e 'Smooth Criminal' hanno superato da tempo i 30 milioni di views e anche le nuove 'The Trooper' e 'Wake Me Up' hanno già rispettivamente più di 8 milioni e di 3 milioni di visualizzazioni in pochi mesi.

Intanto il successo dei 2Cellos continua a crescere anche dal vivo: pochi giorni fa è partito da Minneapolis un nuovo tour negli Usa con 42 concerti nei principali teatri e arene sino a inizio maggio, dei quali 35 sono già sold out con diverse settimane di anticipo. In Italia, dopo il successo del tour invernale, a grande richiesta le due rockstar del violoncello arrivano a fine luglio per 5 nuovi show in festival e rassegne da nord a sud: il 29 luglio a Torino (GruVillage), il 30 al Ferrara Sotto Le Stelle in Piazza Castello, il 31 alla Cavea dell'Auditorium Parco della Musica a Roma, il 1° agosto al Suoni e Luci a Levante di Molfetta (Bari) e infine domenica 2 agosto al No Borders Music Festival di Tarvisio (Udine). I biglietti per i cinque nuovi appuntamenti, organizzati da VignaPR di Luigi Vignando, sono già in vendita online su Ticketone.it e nei punti vendita autorizzati. Info e prevendite su www.facebook.com/2cellositalia.

Completamente autoprodotto, il nuovo album "Celloverse" - il terzo dopo "2Cellos" del 2011 e In2ition" del 2013 - è definito dal duo come l'album più sperimentale e innovativo in termini di produzione. Non solo riletture ma vere e proprie fusioni - come il mash up tra Iron Maiden e l'Ouverture del Gugliemo Tell di Rossini in "The Trooper Overture" e il passaggio dalle Quattro Stagioni di Vivaldi all'hard rock degli AC/DC in "Thunderstruck" - in cui la sperimentazione raggiunge una straniante credibilità su entrambi i fronti in gioco, quello classico prima e quello rock in perfetta sequenza. E le incursioni in ogni campo musicale proseguono per tutto l'album, dal folk dei Mumford & Sons in "I Will Wait" alla dance di "Wake Me Up" di Avicii, passando per Michael Jackson (They Don't Care About Us), i Muse (Hysteria), i Radiohead (Street Spirit), per arrivare alla composizione originale che dà il titolo all'album "Celloverse" e inaugura una nuova carriera di compositori, solo abbozzata nei precedenti lavori. Non poteva mancare, infine, un duetto con un ospite d'eccezione: l'amico di sempre Lang Lang. Assieme alla superstar cinese del pianismo internazionale, i 2Cellos nel loro inconfondibile stile che mixa rock e classica rivisitano la celebre hit "Live and Let Die" del grande Paul McCartney.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata