Il violinista Quarta con gli amici sui social per #iorestoacasacon
Il violinista Quarta con gli amici sui social per #iorestoacasacon

Appuntamento con amici del calibro di Giuliano Sangiorgi o Alessandro Baricco. "Qui a Lecce - racconta a LaPresse - l'emergenza è molto sentita.

Alessandro Quarta, violinista di fama internazionale che ha calcato tutti i palchi più prestigiosi, come tutti in questo periodo è costretto a casa, nella sua Lecce, a causa dell'emergenza coronavirus. Ma la sua musica non si ferma, e con l'hashtag #iorestoacasacon l'artista dà appuntamento sui social, con amici del calibro di Giuliano Sangiorgi o Alessandro Baricco, per suonare il suo strumento a beneficio di quanti trovano sollievo anche in un momento di svago musicale in questi giorni complicati. Quelle poche volte che esco, per fare la spesa vicino casa, vedo la città quasi deserta. Ma c'è ancora qualche anziano irresponsabile che gira senza mascherina. È pericolosissimo, in una città da 100mila abitanti se il contagio si allarga è grave. Di giovani per fortuna ne vedo pochissimi, e questo è rincuorante. Ma dobbiamo tutti restare a casa e cercare di fare la spesa magari solo una volta a settimana. Anche perché poi se le restrizioni dovessero peggiorare, dovremo fare mea culpa".

Non è facile, per un musicista abituato a esibirsi in tutto il mondo, questa sorta di 'prigionia': "Non vedo l'ora di tornare sul palco,mi manca la gente. Sto preparando il nuovo progetto che doveva partire in studio a marzo e ora slitterà a giugno. Da aprile avrei dovuto riprendere il tour europeo 'Alessandro Quarta Plays Astor Piazzolla', un tributo al riformatore del tango, ma anche questo dovrà slittare. L'Europa si è mossa tardi per contenere il virus e penso che tutti i concerti verranno spostati a dopo l'estate".

Da qui l'idea dei social, che gli permettono, come tantissimi suoi colleghi artisti in questo periodo, di restare in contatto con il pubblico. "Con gli amici ci vediamo ogni sera alle 21.30 sul mio profilo Instagram. Nei giorni scorsi c'è stato anche Marino Bartoletti, abbiamo fatto una serata su musica e sport. Interverrà, non so ancora quando, anche Alessandro Baricco, che ci spiegherà come la musica abbia influito sul suo stile di scrittura. Apro il mio salotto a tutte le arti".

Un eclettismo che è proprio dello stile di questo violinista, un artista sui generis che già nel 2019 ha presentato su palchi italiani ed europei la versatilità e la sensualità del suo violino interpretando, con tutta la raffinatezza degli arrangiamenti e il ritmo elettrizzante, il suo ultimo album 'Astor Piazzolla'. L’ultimo anno è stato ricco di collaborazioni, il 1° gennaio Alessandro ha rinnovato il sodalizio artistico con Roberto Bolle, esibendosi per lo show in onda su Rai1 'Danza con Me' davanti a 5 milioni di telespettatori con il brano 'Dorian Gray', composto e arrangiato appositamente per il tour 'Roberto Bolle & Friends 2018'. Il 24 agosto si è esibito in onda su Rai2 per la Notte della Taranta con tre brani arrangiati da lui per violino e orchestra classica e popolare. Alessandro Quarta è stato inoltre ospite di alcune date del tour estivo de Il Volo, tra cui l’ultima data all’Arena di Verona il 24 settembre 2019, dopo averli accompagnati sul palco dell’Ariston durante la serata dei duetti della 69esima edizione del Festival di Sanremo.

Adesso, come tanti suoi colleghi, si spende per la campagna di contenimento del contagio e sottolinea con forza: "Dobbiamo rimanere a casa! La situazione è seria, c’è un’emergenza in corso. Questo virus può uccidere i nostri cari e sta colpendo persone sempre più giovani, dobbiamo fidarci di chi è più competente di noi nel campo. Mai come in questo momento sono importanti i social network, usiamoli con intelligenza e responsabilità. Restiamo a casa e rimaniamo connessi, in questo modo staremo insieme senza correre inutili pericoli. Non crediamo che quello che sta succedendo agli altri non possa succedere a noi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata