Morto Gianni Boncompagni, è stato il 'signore' di radio e tv
Aveva 84 anni, conduttore e autore di successi come 'Bandiera gialla', Alto gradimento' e Non è la Rai'

 Si è spento a Roma Gianni Boncompagni. Nato ad Arezzo il 13 maggio 1932, aveva 84 anni. È stato tra i grandi innovatori dello spettacolo italiano con Renzo Arbore, autore e conduttore di storici successi radiofonici come 'Bandiera gialla' e 'Alto gradimento', e poi autore e regista di programmi come 'Pronto Raffaella?', 'Domenica In', 'Non è la Rai', 'Carramba'. "L'intelligenza, l'allegria e l'ironia di Gianni Boncompagni, ci mancheranno tantissimo...". Così Fabio Fazio commenta su Twitter la scomparsa di Boncompagni.
 

PARIETTI: PER LUI NECESSARIA UNA MEDAGLIA. A Gianni Boncompagni andrebbe data una medaglia della televisione". Così Alba Parietti ricorda il regista e autore scomparso oggi a Roma all'età di 84 anni. "Gianni è stato il mio scopritore a tutti gli efeftti - ha aggiunto Alba Parietti - mi ha lanciata nel 1982 con 'Galassia 2'" e poi "mi ha dato la possibilità di fare il programma clut della mia viata che è stato 'Macao'". "Era un eccezionale autore e regista ma soprattutto era un vero e proprio talent scout", aggiunge la conduttrice, anche se "non era per niente facile lavorare con lui, perchè aveva un carattere estremamnete introverso: o ti adorava o quasi non ti rivolgeva la parola". L'aspetto straordinario, però, era che "ti dava la possibilità di avere il meglio a livello televisivo e poi ti lasciava a briglia sciolta", prosegue Parietti. "Era un vero e proprio genio della televisione", conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata