Morto a 28 anni il dj Avicii, talento della musica elettronica
Era fra i dj più pagati al mondo. In passato aveva avuto problemi legati all'abuso di alcol

È morto all'età di 28 anni in Oman il dj svedese Avicii, star della musica elettronica, noto per aver collaborato con artisti del calibro di Madonna e dei Coldplay. Tim Bergling, questo il suo vero nome, è stato trovato morto a Muscat, la capitale del sultanato. Due anni fa aveva annunciato il suo ritiro dalla scena tra la sorpresa di tutti. "È con profondo dolore che annunciamo la sua morte", ha dichiarato il suo agente, che non ha specificato la causa del decesso. "La sua famiglia è devastata e chiediamo a tutti di rispettare la loro privacy in questo momento difficile. Non saranno rilasciate altre dichiarazioni", ha aggiunto. In passato, ricorda Tmz, Avicii aveva avuto problemi con l'alcol, in relazione ai quali era stato ricoverato in ospedale due volte.

Considerato uno dei migliori dj del mondo, Avicii era figlio dell'attrice svedese Anki Lidén. Ha pubblicato i suoi primi brani nel 2010. Il suo successo 'Levels', uscito nel 2011 e costruito su un campione della cantante soul americana Etta James, gli valse due nomination ai Grammy. Tra i suoi brani più famosi ci sono anche 'Wake Me Up', con la cantante Aloe Blacc, 'Hey Brothers'. Avicii è salito due volte sul podio dei migliori dj secondo 'Dj magazine', nel 2012 e nel 2013. Era fra i dj più pagati al mondo: secondo Forbes nel 2014 aveva guadagnato 28 milioni di dollari. Il suo ultimo post su Instagram risale a oltre due settimane fa, quando era in California.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata