Molestie, femministe e Asia Argento si scagliano contro Deneuve
Dura l'attrice romana: "Lei e le altre firmatarie dicono al mondo come la loro misoginia interiorizzata le abbia lobotomizzate sino al punto di non ritorno"

Numerose femministe e Asia Argento, una delle tante donne che hanno accusato Harvey Weinstein di molestie sessuali, si sono scagliate contro Catherine Deneuve, dopo la lettera aperta in cui ha attaccato il movimento #MeToo descrivendolo come una persecuzione nei confronti degli uomini. L'attrice 74enne e un altro centinaio di donne hanno firmato il testo, pubblicato da Le Monde, in cui hanno affermato "l'indispensabile libertà di offendere" e "d'importunare" degli uomini, contro un femminismo che affermano abbia "fattezze di odio degli uomini e della sessualità". La lettera di Deneuve afferma poi che "gli uomini siano stati puniti sommariamente, estromessi dal loro lavoro quando tutto ciò che hanno fatto è stato toccare il ginocchio di qualcuno o tentare di rubare un bacio".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata