Miss Italia, Bordi ribatte agli insulti sul web: "Mi manca un piede, ad altri il cuore"

La prima al concorso a presentarsi con una protesi alla gamba. Una hater l'ha accusata via social di cercare di impietosire gli italiani. La solidarietà di Patrizia Mirigliani

"A me mancherà un piede, ma a lei cuore e cervello" Così Chiara Bordi, 18enne di Tarquinia che parteciperà a Miss Italia, la prima al concorso a presentarsi con una protesi alla gamba, ha risposto a una hater che l'accusava via social di cercare di impietosire gli italiani perché la votassero al concorso "solamente perché storpia".

La aspirante Miss, duramente attaccata, ha reagito con un lungo post su Facebook: "Mi dispiace per lei perché a me mancherà pure un piede ma a lei manca cervello e cuore e quelle sono le uniche due vere qualità che, secondo me, contano". L'insulto social era arrivato sotto un post della sorella della 18enne, candidata come reginetta di bellezza, che invitava i cittadini di Tarquinia a votare per l'aspirante Miss. Fra le numerose dichiarazioni di sostegno a Chiara, è spuntato anche l'attacco della utente social cui Chiara ha poi ribattuto con toni netti: "Dietro tutta questa cattiveria si nascondono frustrazione e insoddisfazione. Non è la vittoria che mi interessa, ma mostrare al mondo che la vita è sempre bella, anche quando ce l'ha con te, e che da un dramma si rinasce e si cresce più forti di prima".

La giovane Chiara Bordi ha incassato la piena solidarietà di Patrizia Mirigliani, patron del concorso di Miss Italia: "Non posso che esprimere la mia vicinanza a Chiara Bordi per gli insulti che sta ricevendo sui social. Trovo inaccettabile umiliare una ragazza che con grande coraggio e tra enormi sacrifici, sta provando a ritagliarsi il suo spazio nel mondo nonostante il dramma che l'ha colpita. Stiamo vivendo tempi bui dove chi denigra, invece di vergognarsi, si sente legittimato". Mirigliani ha stigmatizzato il comportamento della hater che se l'è presa con la giovane Bordi: "Miss Italia, che con grande naturalezza ha accolto Chiara, condanna questi gesti vili, frutto di un'intollerabile sottocultura dell'odio". Perché per la storica patron della gara delle Miss "le offese non possono vincere la vita vera".

Vicinanza a Chiara anche dalla politica, come quella espressa dalla presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, per cui "Chiara è stata vittima di un terribile incidente stradale e nonostante tutto ha avuto il coraggio e la forza di reagire per rimettersi in gioco". L'incoraggiamento della ex ministra è "non ti curar di questi leoni da tastiera che ti insultano, la tua determinazione è un esempio per tutti e ti auguro di poter realizzare i tuoi sogni".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata