Michel Jackson, medico: Non testimonierò, potrei rivelare altri segreti

Los Angeles (California, Usa), 26 lug. (LaPresse) - Un messaggio di poco più di un minuto, lasciato nella segreteria di un amico, sta infiammando ancora la vicenda legata alla morte di Michael Jackson e al ruolo avuto dal suo medico, Conrad Murray, condannato a 4 anni per l'omicidio colposo della star. La madre del re del pop, Katherine, ha fatto causa alla Aeg Live, la società di promozione dello stesso Jackson. Per la donna il gruppo è stato negligente nel supervisionare il lavoro di Murray, a cui era stato affidato il compito di prendersi cura dell'artista.

Ora lo stesso medico, nella telefonata all'amico, secondo le indiscezioni di Tmz, lancia quello che suona un vero e proprio avvertimento per la famiglia di Michael e per la Aeg: "Se mi costringerete a testimoniare in tribunale - è il senso del suo discorso - rivelerò informazioni rimaste finora segrete e scatenerò una guerra nucleare". Un messaggio dai toni sibillini che getta nuove ombre sulla morte di Michael Jackson, scomparso nel giugno 2009 e sul cui decesso la verità pare ancora lontana.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata