Michael Jackson morì 5 anni fa I nipoti: raccoglieremo la sua eredità

Milano, 25 giu. (LaPresse/AP) - A cinque anni esatti dalla sua morte, i nipoti di Michael Jackson sono pronti a raccogliere l'eredità artistica della popstar, ponendo fine ad una pausa durata 15 anni, prolungata prima dalla sua disputa con la Sony e poi dalla sua morte.

Il Re del pop moriva il 25 giugno 2009 nella sua villa di Los Angeles. Per l'anniversario i suoi nipoti Taj, TJ e Taryll Jackson, figli di Tito - uno degli originali Jackson Five - che insieme formano i 3T, hanno annunciato di essere al lavoro per preparare un tour europeo per l'autunno e un nuovo album. Lo hanno detto in un'intervista ad Associated Press durante la settimana della moda maschile a Milano che si è conclusa ieri.


Taj Jackson ha raccontato come la loro carriera dei 3T, la generazione successiva ai Jackson Five, sia andata in stallo quando hanno perso i diritti su un album nel corso della battaglia legale con la Sony dello zio intorno al 2000. Stavano progettando un ritorno sulle scene per il 2009, ma "il giorno in cui siamo entrati in sala di registrazione, Michael è morto" ha ricordato. I tre fratelli hanno deciso che concentrarsi sui tre figli dello zio fosse la priorità, e Tj è diventato loro co-tutore legale. Taj ha detto che adesso i ragazzi vogliono che i cugini riprendano la loro carriera. "Abbiamo fatto del nostro meglio per tappare i buchi, perché abbiamo perso nostra madre da giovani - ha detto Taj - era la cosa più importante per noi. Ora ci stanno spingendo, loro e nostra nonna", ovvero Katherine Ester, tutrice principale dei figli di Michael.

I 3T non hanno mai smesso di fare musica, anche se si sono esibiti raramente in questi 15 anni: una delle occasioni è stato un concertro trivuto per Michael 3 anni fa. Taj ha spiegato che lo zio non solo li ha ispirati, ma ha loro insegnato sin da giovani "i segreti della musica, dello scrivere canzoni e dell'esibirsi. Non dimenticherò mai che ci ha detto 'Quando mi ritirerò dalle scene voi prenderete la mmia eredità e la porterete avanti'. E noi abbiamo preso quelle parole a cuore" ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata