Medico di Angelina Jolie: Parlare della mastectomia un atto generoso

Los Angeles (California, Usa), 17 ago. (LaPresse) - Il medico di Angelina Jolie ha lodato la sua paziente per aver parlato al mondo della sua doppia mastectomia. La star 37enne ha preso la decisione di farsi rimuovere entrambi i seni dopo aver scoperto di avere il gene cancerogeno Brca1, che la portava ad avere l'87% di possibilità di sviluppare il tumore al seno e il 50% di rischio per quello ovarico. Secondo la dottoressa Kristi Funk, che ne ha parlato con il Los Angeles magazine, la rivelazione pubblica di Angelina ha contribuito all'informazione e all'educazione delle persone sul cancro. "Quando quella che è forse la più bella del mondo rimuove una parte del suo corpo tanto simbolica per la femminilità e la sensualità, porta la gente a chiedersi perché lo abbia fatto", ha spiegato.

Un atto di coraggio meditato, ha affermato la dottoressa, chirurgo mastoplastico e fondatrice del Pink Lotus Breast Center, una struttura dedicata alla prevenzione e alla cura dei tumori al seno. "Angelina ha aspettato per trovare il tempismo perfetto nella sua vita personale e professionale, ma soprattutto nella sua anima. È una donna intensamente privata - ha notato Funk - ma ha calcolato il momento in cui sarebbe stata pronta a rivelare qualcosa di così intimo".

Funk non si è stupita quando Jolie ha reso pubblici i dettagli delle sue tribolazioni: proprio per la natura umanitaria che la contraddistingue, l'attrice sapeva che parlarne apertamente avrebbe potuto in qualche modo aiutare gli altri. "Ha sempre saputo che nel suo nucleo filantropico non avrebbe potuto tenerlo segreto e continuare a essere quello che è".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata