Mamma Justin Bieber prende le distanze da polemiche sull'aborto

New York (New York, Usa), 8 feb. (LaPresse/AP) - La mamma di Justin Bieber, Pattie Mallette, vuole mettere in chiaro di non avere intenzione di prendere una posizione politica sull'aborto con il film da lei prodotto 'Crescendo', ma il suo obiettivo è quello di raccogliere una decina di milioni di dollari da devolvere ai centri accoglienza e supporto per ragazze madri. Pattie Mallette, che a sua volta ha avuto Justin quando era poco più che una nubile teenager, ha detto: "La stampa ha sostenuto che sto producendo un film antiabortista e di assumere una posizione dalla finalità politica. Non ho condiviso la mia posizione con nessuno - ha aggiunto - e non ho intenzione di fare dichiarazioni politiche, ma sono state fatte molte ipotesi".

La mamma di Justin Bieber ha anche realizzato un libro, 'Nowhere but up', in cui racconta la sua vita da adolescente, i suoi momenti duri come il tentato suicidio e il pensiero di abortire quando ha scoperto di essere incinta a 18 anni, ma anche degli anni in cui faceva uso di droghe e di alcol prima di diventare cristiana. Il film 'Crescendo' è stato creato da alcuni produttori che hanno convinzioni antiabortiste ma l'obiettivo di Pattie è di sostenere programmi residenziali per le giovani madri, come quello a cui lei si è appoggiata quando i suoi genitori l'hanno mandata via di casa. "Il centro di gravidanza in cui sono stata io ora è chiuso per mancanza di fondi per cui ho pensato che fosse una cosa molto importante riuscire a raccogliere del denaro per aiutarli".

Il film uscirà il 28 febbraio in tutto il mondo. Sulla relazione tra Justin e Selena Gomez, la mamma della star della musica che è il più giovane cantante ad avere avuto 5 album in testa alle classifiche, Pattie non si pronuncia e dice di che "a volte tornano insieme a volte si lasciano, ma lui ha 18 anni e non vuole che mi intrometta nella sua vita privata".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata