Rai2, Freccero presenta la nuova stagione di 'Made in Sud': "Totalmente rinnovato, De Martino sarà una sorpresa"

Si parte lunedì 4 marzo alle 21.20. Gregoraci: "Mi sento a casa, per me è come stare in famiglia"

"La risata è il migliore vaccino contro la depressione e Napoli è una sicurezza totale. Io ho una tradizione favorevole qui, ho fatto sempre grandi cose, come Furore o Convention. Quest'anno 'Made in Sud' è totalmente rinnovato ci sarà Fatima Trotta e l'esordio di Stefano De Martino che farà una grandissima carriera, sarà una sorpresa". Così il direttore di Rai2 Carlo Freccero alla presentazione della nuova stagione di 'Made in Sud' che partirà il 4 marzo alle 21.20. "Sapete che sono pazzo, ho deciso di fare questo programma 'contro' una dei programmi più importanti di Rai1, il nome della rosa - scherza - È un'offerta complementare, ovviamente. Ma vi spiego perché l'ho fatto: nel nome della rosa un gruppo di frati cerca il secondo libro di Aristotele sulla risata e la comicità . Ecco noi su Rai2 vi facciamo ritrovare questa comicità". E assicura: "Non ci saranno i sottotitoli perché ridere e una cosa internazionale".

Poi passa la parola proprio a De Martino: "Volevo abbassare un po' le aspettative: io non so condurre, i comici non fanno ridere, Fatima si difende nonostante l'età". "Questo programma - continua - funziona perché in tv funziona l'autenticità e questo programma lo è. Tutto quello che accade sul palco accade anche dietro le quinte, io non ho mai visto dei comici che si sostengono a vicenda come qui".

Entusiasta della nuova avventura Elisabetta Gregoraci: "Mi sento a casa, 'Made in Sud' per me significa famiglia. Ho perso il conto delle puntate, mi hanno detto che sono 151: e pensare io avevo un contratto per 2/3... E' e stata una scommessa vinta quest'anno torno in una veste diversa ma ci tenevo tanto a esserci ". "La mia è una partecipazione straordinaria - spiega - le prove inizieranno per quanto mi riguarda ufficialmente oggi, scopriremo cosa hanno in serbo per me".

Alla presentazione ha partecipato anche Francesco Pinto, direttore del centro di produzione di Napoli: "Questa è una giornata in cui sono molto contento. È un ritorno a casa, è giusto che Made in Sud torni a casa sua. È un benvenuto e un ritorno a casa anche per Carlo Freccero con cui qui abbiamo fatto delle cose inimmaginabili". "Anche quest'anno - aggiunge - venderemo i biglietti e i proventi andranno in beneficenza alla Curia di Napoli, tutti destinati ai bambini di Napoli. Una risata salverà un bambino e questa città fino a che continuerà a ridere sarà una grande città", conclude.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata