Lucarelli e Morandi cacciati da Belen: interviene Codacons

di Chiara Dalla Tommasina

Milano, 12 nov. (LaPresse) - Una fitta guerra sui social che sconfina addirittura in un esposto del Codacons alla Guardia di Finanza: ecco cosa è accaduto nelle ultime ore tra Belen Rodriguez e Selvaggia Lucarelli. Ieri pomeriggio, come ha raccontato la stessa blogger sul suo profilo Facebook, si è incontrata con Gianni Morandi al Ricci, il locale di proprietà di Belen, Simona Miele, Joe Bastianich e Luca Guelfi, per prendere un caffè insieme e per "stemperare questa scemenza del social media manager", ovvero il piccolo 'caso' dei giorni scorsi su chi aiuta Morandi con i suoi profili social. La scrittrice e il cantante, consumati i caffè, sono usciti per farsi un 'selfie' insieme ma, al loro rientro, ecco l'amara sorpresa: "Una cameriera paonazza comincia a farfugliare 'Scusate, dovreste lasciare il locale. La direzione mi ha chiesto di dire che la signora non è gradita in questo locale", ha spiegato la Lucarelli sul suo social network. Gianni, da signore quale è, si è opposto, dicendo "Non si fanno queste cose", prima di inforcare la porta e uscire, seguito dalla Lucarelli e da un amico che era con loro.

Lo sfogo di Selvaggia è andato avanti: "Capisco che non possa essere simpatica alla signora Belen e che possa non avere piacere a vedermi nel suo locale - ha scritto la blogger su Facebook - ma due cosette dovrebbe impararle: la prima è che se vuoi fare l'imprenditrice e cacci sia me che Gianni Morandi capisci di comunicazione quanto Cacciari di Peppa Pig. La gente che ti sta sulle palle la puoi respingere da casa tua, non da un locale pubblico, volpe. La seconda è che puoi pure decidere di cacciare me da una povera ragazzetta incolpevole, ma se sono in compagnia di Morandi che non solo è un signore, ma è anche estraneo alle tue paturnie da vippettina mocciosa e livorosa, ci fai finire i caffè e quando stiamo pagando mi fai dire da qualcuno che la prossima volta posso anche andare altrove". Lo sfogo non è finito qui: "Cara Belen, è l'abc dell'educazione nei confronti di Morandi e anche di una cameriera che a 20 anni faceva quello che facevi tu a casa di Lele Mora - affonda la Lucarelli - per garantirti il permesso di soggiorno in Italia, solo che lei la cameriera la fa davvero, non sale sulla macchina del primo calciatore che passa". Lucarello ha chiuso, infine, dicendo che Milano è piena di bei locali e consigliando quindi ai suoi lettori di andare altrove.

Ma la disputa tra le due non è finita qui: stamattina Luca Guelfi, amico e socio di Belen nell'avventura delle ristorazione, sul profilo ufficiale di Instagram del locale ha postato la foto di una mucca, scrivendo: "Cara Selvaggia Lucarelli, capisco il tuo rancore per il rimbalzo di ieri e ti ringraziamo per aver scritto 'Che tanto non ci avresti più messo piede dentro questo schifo di locale'. Cercheremo di sopravvivere comunque. Luca Guelfi".

Dal canto suo la blogger, punta sul vivo, sul suo profilo Facebook ha risposto riportando la foto e il commento di Guelfi e ha scritto a sua volta: "Ringrazio il social media manager nonché socio del locale di Belen per avermi dato della mucca (argomento molto caro a Belen quando parla di me). Del resto era anche quello che pubblicò la foto del barbone già in fila per entrare nel suo locale, non c'era da aspettarsi molto altro. Oh Belen, se vuoi ti faccio io da social media manager prima che con questo sfoggio di stile ti si svuoti il locale".

Lucarelli non sembra avere tutti i torti: sotto l'immagine della mucca postata da Guelfi, si sono moltiplicati i commenti negativi, arrivando a 400 (e probabilmente col tempo aumenteranno ancora), nei confronti della 'mossa' dell'imprenditore. "Fate schifo", "Cacciare un cliente dal locale è un comportamento poco professionale", "Bisogna avere rispetto per la clientela", "Che maleducazione e volgarità", "Siete ricchi ma siete solo dei poracci", "Non ci metterò mai più piede": questi sono soltanto alcuni dei commenti postati dagli utenti di Instagram, che non hanno apprezzato il 'rimbalzo' di Selvaggia. Molti hanno anche voluto specificare di non essere fan della blogger, ma che qualsiasi cliente deve essere trattato con rispetto, a prescindere da chi sia. Insomma, sembra proprio che la manovra di Guelfi, che voleva offendere solo Lucarelli, si stia ritorcendo contro di lui.

ESPOSTO DEL CODACONS-. Non solo: è di stamattina un comunicato stampa diffuso dal Codacons, che ha deciso di presentare un esposto alla Guardia di Finanza contro i gestori del locale per violazione delle norme sull'accesso dei clienti ai pubblici esercizi. Il Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell'Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori, infatti, nella nostra ha specificato che "salvo quanto dispongono gli articoli 689 e 691 del codice penale, gli esercenti non possono, senza un legittimo motivo, rifiutare le prestazioni del proprio esercizio a chiunque le domandi e ne corrisponda il prezzo. Le violazioni, ai sensi dell'art. 221/bis, comma 1 del TULPS, sono soggette alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 516,00 a euro 3.096,00".

Per tale motivo il Codacons ha deciso di rivolgersi alla Guardia di Finanza, chiedendo di accertare i fatti e, in caso di violazione delle norme, elevare la prevista sanzione nei confronti dei gestori del ristorante Ricci, per aver illegittimamente allontanato clienti dal pubblico esercizio. Può darsi che, alla fine, l'allontanamento di Selvaggia e Gianni dal locale costerà a Belen molto 'caro', in tutti i sensi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata