LL Cool J trova ladro in casa e lo mette ko

Los Angeles (California, Usa), 23 ago. (LaPresse/AP) - LL Cool J, che interpreta un agente speciale nella serie televisiva 'Ncis: Los Angeles' ha dimostrato di essere un duro contro i malviventi anche nella vita reale. Il rapper e attore statunitense ha infatti trovato un ladro in casa, ha lottato contro di lui e lo ha messo ko, sottomettendolo fino all'arrivo dei poliziotti. La figlia dell'attore ha chiamato gli agenti all'una di notte, avvertendoli che un intruso era entrato in casa e il padre lo stava bloccando. "Un alterco fisico si è verificato tra l'indagato e la vittima James Todd Smith, anche noto come LL Cool J - ha riferito il sergente della polizia di Los Angeles Frank Preciado - da quanto so, lo stava trattenendo solo con la sua forza fisica".

LL Cool J non si è fatto nulla, mentre il sospetto, un uomo di 58 anni, secondo la polizia ha riportato lievi contusioni, benché il Los Angeles Times riferisca che abbia subito la frattura del naso e della mascella. In ogni caso, l'uomo è stato portato in ospedale, e ora si attende che sia arrestato con l'accuso di furto con scasso. La sua identità non è stata rivelata, ma non vi sono indicazioni che conoscesse LL Cool J o che fosse mosso da una vendetta personale; piuttosto pare essere un senzatetto. Non sono stati dati dettagli su come l'uomo sia riuscito ad entrare nella casa dell'artista, una villa recintata nella ricca zona collinare di San Fernando Valley.

"LL Cool J e la sua famiglia stanno bene e ringraziano tutti per i pensieri e interessamenti - ha riferito il portavoce dell'attore, Rhett Usry, in una nota - come padre, marito e cittadino si è impegnato a mantere la sua famiglia al sicuro e sta cooperando con le autorità su questa questione privata". L'artista, originario di New York, è sposato con Simone I. Johnson dal 1995 e insieme hanno quattro figli, il primogenito Najee Laurent Todd Eugene nato nel 1989 e tre bambine, Anita Maria del 1991, Samaria Leah Wisdom del 1995 e Nina Simone del 2001.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata