Lindsay Lohan sospettata in una villa a L.A.: Mi hanno incastrata

Los Angeles (California, Usa), 28 ago. (LaPresse) - Lindsay Lohan, una degli indagati del furto di 100mila dollari avvenuto domenica in una villa di Hollywood, sostiene di essere stata incastrata: secondo l'attrice, il vero colpevole sarebbe Andrew Knight, figlio del produttore Suge Knight. Secondo Tmz, il proprietario della dimora Sam Magid ha dichiarato di essere in contatto con due amici della Lohan, incluso Knight, ai quali la notte del furto l'attrice avrebbe consegnato una borsa con alcuni pezzi rubati avvolti in una maglietta. I due ragazzi avrebbero restituito tale refurtiva al proprietario, ma mancherebbero ancora diversi oggetti preziosi.

Magid ha detto anche di essere in contatto con Lohan, che avrebbe confessato di aver nascosto diversi beni preziosi nella villa per evitare che finissero nel mirino di possibili ladri. Magid ha anche dichiarato alla polizia che l'attrice avrebbe ammesso di essere sotto l'effetto dell'Ambien e di non ricordare precisamente i fatti. Lohan avrebbe anche contattato la vittima del furto, dicendo "scusa. Prega per me per favore". Magid ha consegnato alla polizia per le indagini alcuni oggetti rubati e poi restituiti, tra cui orologi, occhiali da sole e un gioiello di Tiffany.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata