Lindsay Lohan respinge accuse di aggressione

Los Angeles (California, Usa), 30 gen. (LaPresse) - I legali di Lindsay Lohan respingono la causa intentata da un membro del personale del Betty Ford center, Dawn Bradley, che accusa l'attrice di averla aggredita quando si trovava ricoverata nel centro di riabilitazione nel dicembre 2010. Secondo l'accusa Lindsay le avrebbe afferrato e storto il polso. Bradley ha così scatenato una battaglia legale di circa un milione di dollari contro l'attrice l'agosto scorso sostenendo di aver sofferto di "gravi disturbi psicofisici" a causa della presunta aggressione. Ad oggi la Lohan ha respinto le accuse sostenendo di essere stata provocata e di aver quindi reagito per legittima difesa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata