Lindsay Lohan citata in giudizio per fotografo travolto dalla sua auto

Los Angeles (California, Usa), 11 gen. (LaPresse) - Lindsay Lohan è stata citata in giudizio da un paparazzo che dice di essere stato investito dall'auto dell'attrice nel gennaio 2010. Il fotografo Grigor Baylan sta portando avanti l'azione legale contro la star dopo che è stato travolto dalla sua macchina, a causa di una brusca partenza fuori da una discoteca di Hollywood. L'avvocato del fotografo Neil Steiner ha spiegato che la Lohan è coinvolta anche se non era alla guida dell'auto perché il suo assistente, che invece si trovava al volante, operava sotto le sue dirette istruzioni. Secondo il sito 'Tmz', l'avvocato ha contattato la compagnia assicuratrice della Lohan, che ha fatto un'offerta giudicata "insignificante". Il legale ha specificato di volere un giusto risarcimento per il suo cliente che ha dovuto sottoporsi a cure mediche per lesioni ortopediche e neurologiche dopo l'incidente avvenuto il 10 gennaio 2010. I problemi legali negli ultimi anni non sono mancati a Lindsay che sta ancora ultimando il servizio civile assegnatole come parte della sua condanna per aver infranto la libertà vigilata. Il prossimo appuntamento in tribunale per l'attrice di 'Mean girls' sarà il 17 gennaio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata