Lindsay Lohan attesa oggi in tribunale per aver mentito a polizia

Los Angeles (California, Usa), 30 gen. (LaPresse/AP) - Lindsay Lohan dovrà comparire all'udienza che si terrà oggi a Los Angeles per tre capi d'imputazione. Infatti la Lohan è accusata per guida spericolata, per aver mentito alle forze di polizia e per aver conseguentemente sviato le indagini. Questa udienza è la prima a cui l'attrice non può sottrarsi e dovrà presentarsi davanti al giudice della contea, Stephanie Sautner.

Le accuse contro la 26enne si riferiscono a un incidente stradale avvenuto a giugno. La star del cinema con la sua macchina è andata a sbattere contro un camion. Inizialmente, la Lohan ha sostenuto che alla guida della sua Porsche ci fosse il suo assistente, ma in seguito alle successive indagini, gli organi di polizia hanno ritenuto inattendibili le sue dichiarazioni.

Quando a marzo scorso Lindsay aveva terminato i servizi sociali, il giudice Sautner si era raccomandata con l'attrice di condurre una vita più matura e senza eccessi, concentrandosi sul proprio lavoro. Da quel momento la Lohan ha girato due film, ma ha avuto sempre problemi che hanno minato la sua condotta sul set, tra questi anche una paio di arresti.

Quando c'è stato l'incidente sulla superstrada di Los Angeles contro il tir, la Lohan si trovava in libertà vigilata per il furto di una collana avvenuto nel 2007, per cui ora rischia di finire in carcere per 245 giorni. Lei si è dichiarata non colpevole e la data del processo è fissata per il 27 febbraio prossimo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata